Covid USA, ritirati dal mercato oltre 2 milioni di test rapidi. Ecco perché

Più due milioni di test anti-covid a domicilio sono stati ritirati dal mercato statunitense. Lo ha deciso l’FDA, la Food and Drug Administration americana che si occupa di regolamentare farmaci, prodotti alimentari e terapie sperimentali.

La Food and Drug Administration ha richiamato più di due milioni di covid test a domicilioni

I test, realizzati da una società di biotecnologie australiana, produrrebbero falsi positivi a causa di un difetto di fabbricazione. I kit difettosi sono stati prodotti tra Febbraio e Agosto di quest’anno e finora sono stati segnalati 35 falsi positivi. All’inizio di Ottobre la ditta aveva annunciato un richiamo volontario di 195.000 test, dopo la segnalazione di risultati falsi positivi in ​​alcuni lotti di prodotti a tassi superiori al previsto.

L’azienda australiana all’inizio del 2021 aveva ottenuto una commessa dall’amministrazione Biden di 231,8 milioni di dollari per aumentare la disponibilità di tamponi a domicilio sul mercato americano. Con quel contratto era riuscita a finanziare il primo stabilimento negli Stati Uniti, in Maryland.

LEGGI ANCHE > Covid, lo studio Gimbe: in una settimana crescono contagi e ricoveri. I numeri

L’azienda australiana sta già producendo nuovi test da spendire in America

L’FDA ha dichiarato inoltre di aver ricevuto 35 segnalazioni di falsi positivi e nessun decesso fino adesso

L’uso di questi test può causare gravi conseguenze negative per la salute o la morte” ha detto l’FDA in una nota. L’agenzia ha dichiarato inoltre di aver ricevuto 35 segnalazioni di falsi positivi e nessun decesso fino ad oggi.

LEGGI ANCHE > Covid, l’epidemiologo Piscitelli a Free.it, “Contro quarta ondata serve migliorare qualità dell’aria indoor”

L’azienda australiana aveva spedito circa 3,5 milioni di test negli Stati Uniti “Abbiamo indagato sul problema, identificato la causa principale, implementato ulteriori controlli e stiamo già producendo e spedendo nuovi prodotti negli Stati Uniti“, si legge in un comunicato della ditta. Il test rapido a domicilio della ditta australiana era stato il primo a ricevere l’autorizzazione all’uso di emergenza da parte dell’FDA.

Impostazioni privacy