Referendum Cannabis, Giorgia Meloni attacca: “Pronti a dare battaglia”

Fratelli d’Italia si schiera contro il Referendum per la Cannabis Legale. Questa mattina sono state depositate in Cassazione le firme raccolte online ma Giorgia Meloni avverte che è pronta a costituire il Comitato per il No. E invita i colleghi della coalizione di centrodestra a unirsi alla battaglia.

Meloni Cannabis legale
Giorgia Meloni è per il No alla Cannabis legale

Fratelli d’Italia è pronta a mettere in campo tutte le sue risorse per opporsi al Referendum per la Cannabis legale. Lo ha detto Giorgia Meloni proprio oggi, dopo che 630mila firme sono state depositate alla Corte di Cassazione. “È una follia nella nazione con il più alto tasso di abusi per uso droghe presuntamente leggere tra i quindicenni  dire ai giovani che lo Stato è in grado solo di regalare loro la droga libera. Ci pare un messaggio folle“, ha detto la leader di FdI.

Le firme sono state raccolte online dal Comitato promotore della Cannabis legale. E in poco più di un mese sono state raggiunte ben oltre mezzo milione di sottoscrizioni. Ora sarà la Consulta a stabilire se la proposta di abrogare l’articolo 73, comma 1 e comma 4 del Testo Unico in materia di disciplina degli stupefacenti sarà accettato.

LEGGI ANCHE Cannabis legale, le firme del Referendum arrivano in Cassazione: cosa accade ora

Meloni, l’8 novembre il Comitato per il No alla Cannabis legale

Meloni Cannabis legale

Se così sarà, Fratelli d’Italia costituirà il Comitato per il No. “Speriamo sia un comitato trasversale, non un’iniziativa solo di FdI. Spero anche nei singoli di altri partiti e nella società civile“, ha aggiunto la Meloni. Sul tema, il suo partito non si è ancora confrontata con i soci del centrodestra ma lo farà nei prossimi giorni. Sicuramente entro i primi di novembre, dal momento che l’8 a Roma dovrebbe essere presentato ufficialmente il Comitato per il No alla legalizzazione della Cannabis.

Impostazioni privacy