Caso Morisi, indagato per droga a Verona: le fragilità in una lettera

Luca Morisi, ormai ex responsabile social della Lega di Salvini è indagato a Verona per droga. Trovata sostanza liquida nella sua cascina a Belfiore. Accuse da tre ragazzi che avrebbero acquistato stupefacenti da lui. Lettera di scuse al partito.

Luca Morisi indagato per droga a Verona

Luca Morisi è stato iscritto nel registro degli indagati a Verona per detenzione e cessione di droga. Giorni fa l’ex guru social leghista aveva abbandonato il suo incarico per questioni personali, attraverso una lettera ai parlamentari.

I Carabinieri hanno trovato una sostanza liquida nella sua cascina di Belfiore. In più tre ragazzi, fermati in agosto, avrebbero dichiarato di aver ottenuto droga da Morisi. “Le questioni personali per rispetto non le commento. Nessuna questione interna alla Lega”, ha dichiarato ieri Matteo Salvini a margine di un evento a Spoleto.

LEGGI ANCHE >> LEGA, Salvini a La7: “Il leader sono io. Nessun problema con Giorgetti”

Morisi indagato per droga, la lettera ai parlamentari

La Procura di Verona ha iscritto Luca Morisi nel registro degli indagati per droga

Morisi, padre della ‘Bestia’ aveva rassegnato il primo settembre le dimissioni dai suoi ruoli nella Lega, ora sono più chiari i motivi del passo indietro: “Cari amici, mi avete scritto in tanti. Ringrazio tutti per l’interesse e l’amicizia: sto bene, non c’è alcun problema politico, in questo periodo ho solo la necessità di staccare per un po’ di tempo per questioni famigliari. Un abbraccio e ancora grazie.” le sue parole.

L’uomo che ha gestito a lungo la comunicazione della Lega e di Salvini ora spiega: “Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo, a mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale, a tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso” conclude.

Lo stesso Morisi poi sottolinea le sue fragilità: “E’ un momento molto doloroso della mia vita, rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull’affetto delle persone che mi sono più vicine” conclude.

Salvini commenta il caso Morisi

Matteo Salvini e Luca Morisi

Non si fa attendere il messaggio di Matteo Salvini nei confronti dell’amico ed ex responsabile della comunicazione. Messaggio che il leader leghista ha affidato ai suoi profili social: “Quando un amico sbaglia e commette un errore che non ti aspetti, e Luca ha fatto male a se stesso più che ad altri, prima ti arrabbi con lui, e di brutto. Ma poi gli allunghi la mano, per aiutarlo a rialzarsi. Amicizia e lealtà per me sono la Vita. In questa foto avevamo qualche anno e qualche chilo in meno, voglio rivederti presto con quel sorriso. Ti voglio bene amico mio, su di me potrai contare. Sempre.” conclude.