Green Pass e caro bollette, Draghi rassicura gli italiani: “Non alzeremo le tasse”

Lungo applauso per il premier all’assemblea di Confindustria: “Il governo non ha intenzione di aumentare le tasse, in questo momento i soldi si danno e non si prendono”. Bonomi: “Mi auguro continui a lungo nella sua attuale esperienza”

Intervento di Draghi all'Assemblea Confindustria
Intervento di Draghi all’Assemblea Confindustria

Nel suo discorso all’assemblea di Confindustria il Presidente del Consiglio Mario Draghi si è soffermato sull’attuale situazione economica dell’Italia, indicando la via della prossima ripresa. Di fronte a un nutrito pubblico che gli ha dedicato un lunga standing ovation e che con le parole del Presidente Carlo Bonomi gli ha chiesto di “rimanere il più a lungo possibile alla guida del paese”.

Le previsioni che presenteremo a giorni ha dichiarato il Premierstimano una crescita intorno al 6% quest’anno. La sfida è che la ripresa sia duratura e sostenibile. Voglio riaffermare che il governo, da parte sua, non ha intenzione di aumentare le tasse – prosegue – in questo momento i soldi si danno e non si prendono” spiega.

Stop a oneri di sistema per gas ed elettricità

Draghi ha poi chiarito il caso del caro bollette: “Senza un’intervento del governo, nel prossimo trimestre il prezzo dell’elettricità potrebbe salire, del 40% e quello del gas de 30%. Perciò abbiamo deciso di eliminare per l’ultimo trimestre dell’anno gli oneri di sistema del gas per tutti, e quelli dell’elettricità per le famiglie e le piccole imprese” è uno degli argomenti del giorno che si discuterà oggi stesso in Cdm ha svelato il presidente del Consiglio.

Quanto al bonus luce e gas Draghi ha poi aggiunto: “Lo potenzieremo per proteggere soprattutto le fasce meno abbienti. Un intervento di oltre 3 miliardi dopo quello da 1,2 avvenuto a giugno. E che ha una forte valenza sociale per aiutare i più poveri e i più fragili”.

Draghi Bonomi
Lunga standing ovation della platea per Draghi

Green Pass e vaccini

Il Premier si è poi soffermato sulla situazione pandemica del paese: “A oggi oltre 41 milioni di italiani hanno completato il ciclo vaccinale, quasi il 77% della popolazione con più di 12 anni. Siamo vicini a raggiungere e superare l’obiettivo che ci eravamo posti, ovvero immunizzare entro fine settembre l’80% della popolazione vaccinabile” dice.

Draghi poi evidenzia l’importanza del Green Pass: “E’ uno strumento di libertà e sicurezza, per difendere i cittadini e i lavoratori e tenere aperte scuole e attività economiche, Voglio ringraziare Confindustria che ha da subito lavorato insieme al governo per trovare un accordo sull’estensione del Green Pass ai luoghi di lavoro”.

Transizione ecologica è necessità

Infine il Premier chiude con il delicato tema del clima e ambiente: “La transizione ecologica non è una scelta ma una necessità, ma dobbiamo tenere conto della capacità di riconversione delle nostre strutture produttive. Lo Stato deve fare la sua parte nell’aiutare cittadini e imprese a sostenere i costi di questa trasformazione e prestare particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione” conclude

Cambiamento e scelte giuste per l’Italia

Al termine della relazione annuale prende la parola il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi:Mario Draghi è un uomo della necessità, che avverte il dovere di rispondere ai problemi della comunità italiana, prima che l’ambizione di restare a qualunque costo al suo timone. E’ tempo di decidere di scegliere di cambiare – prosegue il leader degli industriali – Cambiare è certo difficile ma non cambiare per l’Italia è fatale.”

Impostazioni privacy