Kiev, elicottero precipita vicino ad un asilo, tra le vittime anche dei bambini | Morto ministro dell’interno ucraino – FOTO E VIDEO –

Tragedia, l’ennesima in Ucraina. Un elicottero è caduto Brovary, si è schiantato nei pressi di un asilo. A bordo il ministro dell’Interno che è deceduto. Diverse vittime, anche bambini

Il ministro degli Interni ucraino Denys Monastryrsky è morto nel terribile schianto di un elicottero precipitato vicino ad un asilo a Brovary, nella regione di Kiev. Tra le vittime anche il suo vice Yevhen Yenin e il segretario di Stato del Ministero degli affari interni.

Kiev elicottero precipita vicino asilo
Kiev, elicottero precipita vicino asilo, vittime e feriti. Foto Twitter

Lo hanno riferito i media ucraini che hanno citato come fonte il capo della polizia nazionale Ihor Kljmenko, precisando che 9 delle vittime erano a bordo dell’aeromobile. Il bilancio provvisorio parla di 18 morti, tra questi anche 3 bambini, 26 feriti e anche fra questi tanti bambini, almeno 12.

Ucraina, elicottero precipita vicino un asilo a Kiev | Morto ministro dell’Interno, deceduti anche bambini

Kiev, elicottero precipita vicino asilo
Kiev, elicottero precipita vicino asilo. Foto Twitter

Le immagini che arrivano dal luogo della tragedia sono terrificanti e mostrano una vastissima aerea completamente in fiamme, i soccorsi che intervengono nel tentativo di domare il fuoco e mettere in salvo vite.

In un video in modo particolare, è possibile intravedere anche una parte del velivolo che ovviamente nell’impatto è andato completamente in pezzi e si incendiato. L’elicottero precipitato  era dei Servizi di emergenza statali ucraini: lo riporta la radio ufficiale ucraina Suspline.

Chi era il ministro dell’Interno morto nell’incidente

Denys Monastyrsky, il ministro degli Interni morto oggi a bordo dell’elicottero caduto a Brovary per cause ancora da definire, era un giovane politico del governo Zelensky: nato il 12 giugno del 1980 a Khmelnytskyi, in quella che allora era la Repubblica socialista sovietica ucraina dell’Unione Sovietica.

In vista delle elezioni presidenziali ucraine del 2019 Monastyrsky è stato presentato come esperto del «Team» del candidato presidenziale Volodymyr Zelensky sulla riforma delle forze dell’ordine.

Candidato con il partito a Servo del Popolo alle elezioni parlamentari ucraine del 2019 è stato eletto al Parlamento ucraino diventando il capo della commissione parlamentare per l’applicazione della legge. Il 12 luglio 2021 il ministro dell’Interno Arsen Avakov si dimette da ministro dell’Interno, Monastyrsky subentra alla guida del ministero. Avakov ha ricoperto l’incarico per sette anni e sotto la guida di quattro amministrazioni differenti.

Le parole di Roberta Metsola

Sono poche e confuse le informazioni che arrivano dalla zona del dramma. Le prime informazioni portano a pensare che “l’elicottero prima di schiantarsi al suolo abbia colpito l’asilo e anche un palazzo, un edificio residenziale“, riferisce la Bbc. Tra le cause del disastro  ci sarebbero anche la forte nebbia e il buio.

Siamo appena stati informati che il ministro degli Affari interni ucraino e la dirigenza del suo ministero sono rimasti uccisi nello schianto dell’elicottero vicino a Kiev. Penso di parlare a nome di tutti noi dicendo che i nostri pensieri in questa Aula sono con il popolo coraggioso dell’Ucraina, le famiglie e i cari del ministro Monastyrskyi e del suo vice”. Sono state queste le parole espresse dalla Presidente dell’Eurocamera Roberta Metsola durante la Plenaria riunita a Strasburgo.

Testimoni oculari, ci sarebbe stata esplosione a bordo

Il primo ministro ucraino Denys Shymhal ha poi scritto sempre su Telegram che verrà immediatamente istituito uno speciale gruppo investigativo descrivendo l’incidente come “una grande perdita per la squadra del governo e per l’intero Stato. Le mie più sincere condoglianze alle famiglie di tutte le vittime” ha aggiunto.

Elicottero esplosione Kiev disastro morti
Sono 18 i morti causati dall’esplosione dell’elicottero caduto a Kiev

Col trascorrere delle ore rispetto al momento dell’impatto e della conseguente tragedia emergono dettagli, in questo caso riportati da Espresso Tv, secondo la quale alcuni testimoni oculari avrebbero raccontato di un’esplosione a bordo “La gente riferisce che c’è stata una forte esplosione e che l’elicottero ha volteggiato più volte in aria e solo dopo è caduto. La Procura generale ha già aperto un’inchiesta. Gli investigatori stanno lavorando sul posto”, a dirlo l’inviato dell’emittente, Dmytro Didora.

Intanto stando alle informazioni sulla presenza a bordo dell’elicottero del ministro dell’Interno Ucraino e di altre cariche importanti delle istituzioni del Paese, sembrerebbe che Denys Monastyrskyi fosse in viaggio verso “un punto caldo” della guerra. Il corrispondente Bbc da Kiev ha spiegato che i funzionari ucraini generalmente volano a bassa quota per evitare i missili nemici. “Nove delle 18 vittime identificate finora erano persone del posto che portavano i propri figli all’asilo”, ha ribadito Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell’amministrazione presidenziale ucraina citato dalla Cnn.

La procura ucraina indaga, le ipotesi

Intanto il governo di Kiev indaga e chiede l’aiuto di chiunque possa aver visto qualcosa, che possa aiutare a ricostruire la dinamica dello schianto a causa del quale ha perso la vita anche il ministro dell’interno ucraino.

L’appello arriva dalla stessa polizia ucraina “Tutti i cittadini che hanno informazioni necessarie sono pregati di contattare  le forze dell’ordine”. La notizia della richiesta di aiuto è stata diffusa attraverso Telegram. Il procuratore generale dell’Ucraina Andry Kostin, ha ammesso che la fase investigativa al momento non esclude nessuna ipotesi. Lo schianto dell’elicottero potrebbe essere dipeso da un incidente, ma con la guerra in corso ogni pista è battuta, anche se ultimamente non sono stati registrati combattimenti nella zona di Kiev.

In corso le indagini per accertare se si sia trattato di un problema di avaria oppure di un sabotaggio. Monastyrsky era stato nominato a poco dall’inizio della invasione russa in Ucraina partita lo scorso 24 febbraio. Il suo compito era quello di lottare contro la corruzione. Morto anche il suo vice Yehven Yenin.

Le parole di Zelensky

“Oggi si è verificata una terribile tragedia a Brovary, nella regione di Kiev. Un elicottero della Ses è precipitato e sul luogo dell’incidente è scoppiato un incendio. Tra di loro ci sono il ministro degli Affari Interni dell’Ucraina Denys Monastyrskyi, il suo primo vice Yevhen Yenin, il Segretario di Stato del Ministero degli Affari Interni Yuri Lubkovych, i loro assistenti e l’equipaggio dell’elicottero”. Così Zelensky su Telegram aggiungendo di aver incaricato “il Servizio di sicurezza ucraino, in collaborazione con la Polizia nazionale, di scoprire tutte le circostanze dell’accaduto”.

Berlino offre il suo aiuto per le indagini

Il ministro dell’interno tedesco Nancy Faeser, ha annunciato di aver offerto il sostegno della Germania all’Ucraina, per chiarire le cause dell’incidente dell’elicottero in cui sono morte 18 persone. “L’incidente è una notizia terribile”, ha affermato Faeser, dicendosi molto rattristata per la morte del suo omologo e dei suoi collaboratori, e per il fatto che tra le vittime ci siano dei bambini

https://twitter.com/nexta_tv/status/1615672657084665856?s=20&t=pn-5Fj9aXrYOk-foBX6LrA