Germania, ancora due giovani italiani uccisi: la ragazza sepolta in giardino | Cosa è successo

Dopo l’Inghilterra, la Germania. Ancora due giovani italiani brutalmente uccisi. Un nuovo giallo che sconvolge l’opinione pubblica. Cosa dicono le indagini

24 ore fa, in Inghilterra nello Yorkshire, venivano uccisi brutalmente due giovani ragazzi: Francesca Di Dio e Nino Calabrò. Un fatto eclatante, un giallo ancora da risolvere esattamente come quello che si è verificato in Germania, ad Albstadt per l’esattezza.

Due giovani italiani uccisi in Germania,
Due giovani italiani uccisi in Germania, fermato un uomo foro Ansa repertorio

Anche in questo caso a perdere drammaticamente la vita due giovani di origine siciliana: Christian Zoda, che aveva 25 anni e Sandra Quadra di 20 anni. Christian era il figlio di un ristoratore.

IL mistero sulla morte di questa giovane coppia è reso ancora più fitto da un particolare estremamente  importante: Sandra Quadra era sparita da qualche giorno. Ora per questa sparizione sarebbe stato fermato un uomo di 52 anni. Anche lui italiano, ma le indagini sono ancora in corso e i quindi appare tutto ancora estremamente fumoso. Da quel che è filtrato fino ad ora, Sandra e Christian sarebbero stati ex fidanzati, e la ragazza avrebbe un legame di parentela col presunto assassino fermato.

Giovani italiani uccisi in Germania. La ragazza trovata sepolta in giardino

Sandra Quarta uccisa in Germania
Due ragazzi uccisi in Germania, lei trovata sepolta in giardino. Foto facebook.

Dettagli maggiori, anche su come e quando sarebbe nata la tragedia arrivano dal sito tedesco Schwarzwaelder bote. Domenica scorsa, di mattina, Sandra Quarta viene vista per l’ultima volta. Poi di lei si perdono le tracce e non si hanno informazioni. Ma le ricerche della ragazza, da quanto si apprende, prendono avvio soltanto il martedì successivo alla scomparsa. La polizia sorvola la zona del distretto di Albstadt di Ebingen. Scattano anche perquisizioni. Non si riescono ad avere informazioni su Sandra.

Coi tempi, secondo quanto riportato anche da il Messaggero, siamo a mercoledì scorso. Una sparatoria davanti la pizzeria del padre di Christian non dà scampo al ragazzo, che muore nonostante la folle corsa in ospedale nel disperato tentativo di salvare la vita al 25enne. Di lì a poco, un uomo di 52 anni, italiano, verrà fermato e ritenuto responsabile della sparatoria. Aveva ancora addosso l’arma. Gli interrogatori delle forze dell’ordine fanno emergere dettagli, connessioni tra i tre. Insomma il puzzle inizia a prendere forma. Il 52enne pare condividesse con la ragazza lo stesso appartamento.

E allora le domande degli investigatori diventano incalzanti e l’uomo accusato della sparatoria in cui è morto il giovane Christian, fornirà un particolare su dove trovare la ragazza. Sandra era stata sepolta in giardino. E’ lì che viene trovata dopo aver scavato. Saranno ora i risultati dell’autopsia  far capire esattamente come la giovane sia morta, sembra però che sia stata uccisa con colpi di fucile. La dinamica del delitto quindi è tutta da capire, come il movente di questo duplice omicidio che lasca basiti e sconcertati.