Alessia Piperno, sconosciuto il motivo dell’arresto in Iran | La telefonata drammatica ai genitori

Alessia Piperno è stata arrestata nel giorno del suo compleanno mentre era in villeggiatura in Iran. Ancora non si conosce il motivo per il quale la ragazza è stata incarcerata. La telefonata della 30enne ai genitori è un appello disperato: “Fatemi uscire da qui”

Il caso di Alessia Piperno sta diventato ogni ora sempre più un mistero. La ragazza, in villeggiatura in Iran per il suo trentesimo compleanno è stata arrestata. Dopo quattro giorni dalla reclusione, ancora non sono noti i motivi che hanno portato la 30enne in carcere.

mistero alessia piperno
Mistero Alessia Piperno, arrestata in Iran senza motivo, l’appello disperato ai genitori: “Aiutatemi” (immagini rete)

Domenica, dopo quattro giorni di totale silenzio, arriva la telefonata di Alessia alla famiglia nel quale avvisa i genitori del fatto accadutole in Iran. In lacrime la ragazza, originaria di Roma, chiede aiuto: “Mi hanno arrestato, sono in un carcere di Teheran. Vi prego aiutatemi”. La madre Manuela e il padre Alberto, cercavano di mettersi in contatto con la figlia da giorni senza successo.

Alessia spiega ai genitori di aver “fatto il diavolo a quattro” per riuscire a telefonare a casa. Come riporta Il Messaggero, la 30enne romana ha detto: “Qui ci sono persone che dicono di essere dentro da mesi e senza motivo, temo di non uscire più, aiutatemi”. Subito dopo la chiamata ricevuta, i genitori si sarebbero precipitati alla Farnesina. Al momento non è stato ancora localizzato il carcere in cui la ragazza è detenuta.

Alessia Piperno, arrestata in Iran senza motivo | La telefonata ai genitori: “Temo di non uscire da qui”

Alessia Piperno era in villeggiatura a Theran (Iran) per festeggiare il suo trentesimo compleanno quando, senza apparente motivazione, è stata arrestata lo scorso mercoledì, proprio nel giorno del suo compleanno. A Il Messaggero il padre della giovane, Alberto, ha raccontato che l’ultimo contatto avuto con la figlia risaliva proprio a quel mercoledì mattina, poi il nulla.

Alessia piperno
Alessia Piperno, sconosciuto il motivo dell’arresto in iran. L’appello ai genitori: “Temo che non uscirò più” (Immagini rete)

La ragazza, come riporta il padre, quel giorno era in compagnia di un amico francese, uno polacco e una ragazza iraniana. Ma da mezzogiorno in poi il cellulare della 30enne ha smesso di dare segnali. Così, passano i giorni e di Alessia nessuna informazione. I genitori non sono abituati a un silenzio così prolungato, poiché la figlia ha sempre avvertito i familiari dei suoi spostamenti. Qualcosa non torna.

Alessia Piperno ha una grande passione per i viaggi che da sei anni la porta spesso lontano da casa. Era in Iran da due mesi e aspettava di rientrare in Pakistan. Prima dell’Iran, la ragazza aveva viaggiato per il mondo, vivendo in Australia, poi a Panama, in Nicaragua e Islanda. I genitori confermano che la figlia è sempre stata una ragazza con la testa sulle spalle: “Non è una spericolata. Anzi, è sempre molto attenta ed è animata da un grande rigore morale. Non fa uso di alcolici né di droghe. Per questo non sappiamo spiegarci che cosa le sia accaduto”. Intanto, l’allerta della Farnesina è al massimo livello, dal momento che in Iran proseguono le proteste in piazza per l’uccisione di Masha Amin, sfociate in un’orrenda repressione.

Il post di Alessia sull’Iran: “Decisione più saggia sarebbe lasciare il Paese ma…”

In uno degli ultimo post pubblicati sulla sua pagina Instagram Alessia Piperno scriveva che da quel Paese (l’Iran) non riusciva ad andare via: “La decisione più saggia sarebbe lasciare il Paese ma sono parte di questo”.

Il post social è stato scritto proprio dall’Iran e con la pubblicazione la 30enne romana faceva un lungo ragionamento sulla situazione nel Paese che da due mesi la stava ospitando. Le conclusioni a cui Alessia, in quel messaggio social, aveva tratto erano di una giovane donna lucida. Sapeva che avrebbe dovuto andar via dall’Iran ma, come riporta l’Ansa, la ragazza scrive: “non riesco ad andarmene da qui, ora più che mai. E non lo faccio per sfidare la sorte ma perché anche io ora sono parte di tutto questo”.

Subito dopo la pubblicazione del post e in occasione del suo trentesimo compleanno, la stessa Alessia aveva annunciato che avrebbe lasciato l’Iran per dirigersi verso il Pakistan con il sogno di ricostruire un villaggio. All’alba di quest’ultimo “desiderio” annunciato, la 30enne è stato arrestata.