Furia cieca contro due ragazzini | L’aggressione dopo una bravata

Incredibile episodio di violenza nel bresciano. Un docente colpisce due alunni 15enni con una mazza. Per lui scatta il rinvio a giudizio. Ecco cosa è successo nel dettaglio.

A diffonderne la notizia è stato stamani il Giornale di Brescia. Il contesto è stato il condominio dove vive il professore. L’uomo avrebbe colpito due ragazzi servendosi di una mazza da baseball.

Professore reagisce con una aggessione
Brescia: un professore reagisce ad una bravata bastonando due ragazzini – Web Source

Le conseguenze della bravata per uno di loro sono state piuttosto serie. Sia l’educatore che i due 15enni frequentano lo stesso istituto, quindi è anche ipotizzabile il fatto che si conoscessero già. Chissà dunque se fra di loro non esistessero pure dei precedenti. Ciò è quanto stanno cercando di capire gli inquirenti.

Professore colpisce due ragazzini con una mazza da baseball: I motivi dell’accaduto

Sembrerebbe che dietro il gesto del docente, adesso sospeso dall’istituto professionale per il quale prestava servizio, si nascondessero i motivi di una reazione d’impeto. Anche se tuttavia pare sia passato un pò di tempo tra i botti improvvisi e l’aggressione. Ma andiamo con ordine. L’uomo è stato particolarmente scosso dal lancio di alcuni petardi che lo hanno fatto sobbalzare con il cuore in gola.. I colpevoli sarebbero stati dei ragazzi. La rabbia del professore si sarebbe pertanto indirizzata contro due giovani, inseguiti, braccati e bastonati nella falegnameria di proprietà del padre di una delle vittime. Secondo quanto si apprende, mentre li colpiva l’uomo avrebbe detto loro: “Vi devo ammazzare e vi lascio come i cani”. Dalla ricostruzione fornita dai medici, si possono contare almeno 23 bastonate. Molte delle quali contro le nocche delle mani dei due ragazzini, segno evidente del loro tentativo di difendersi.

Auto Carabinieri
Brescia: un professore reagisce ad una bravata bastonando due ragazzini – Web Source

Alberto Poli  è stato rinviato a giudizio e a febbraio comincerà il processo per lesioni aggravate. Una delle due vittime ha riportato una profonda ferita alla testa per la quale sono stati necessari 27 punti di sutura. Inoltre si prospettano per lui pure 40 giorni di prognosi. La sconvolgente vicenda risale alla serata di Carnevale del 2021, quando dei petardi lanciati in casa del Docente (anche se in altre versioni si parla del giardino condominiale) hanno fatto andare su tutte le furie il 59enne. Contro di lui si scagliano però le famiglie dei due minorenni. “Poteva ucciderlo. Loro hanno fatto uno scherzo, ma non è accettabile una reazione così”, hanno sostenuto  i genitori del ferito più grave.