Elezioni, confronto Letta-Meloni: Nobili (Italia Viva) a Free.it | “Indegno di una democrazia”

Non accennano a placarsi le polemiche degli “assenti” al confronto elettorale che al Corriere Tv ha visto protagonisti i soli Giorgia Meloni e Enrico Letta. “Quello andato in scena ieri, rappresenta il vero vulnus di queste elezioni”. Va giù duro ai microfoni di Free.it Luciano Nobili (Italia Viva)  

Enrico Letta parla ai suoi, e parla male di Calenda, via zoom durante il consueto incontro con i suoi candidati. “Non è un caso che Calenda abbia fatto il pazzo”, avrebbe detto il segretario del Pd a proposito del leader di Azione che con Matteo Renzi, ha fatto ricorso all’ Agcom per impedire un altro confronto tra Pd e FDI.

“Ieri ho colmato una lacuna”, ha replicato invece su twitter Carlo Calenda che ha poi invitato Enrico Letta e mettere da parte “nervosismo e maleducazione”, rilanciando ancora una volta al confronto sui fatti. Quando mancano soltanto 13 giorni al voto,  appare normale che gli animi dei leader politici si accendano. Ma l’assenza del Terzo Polo al dibattito di ieri, non è assolutamente andata giù a dirigenti e componenti di Azione e Italia Viva. Ai microfoni di Free.it abbiamo sentito allora Luciano Nobili, candidato in Piemonte proprio per il Terzo Polo, ed ecco cosa ci ha detto.

Luciano Nobili, Italia Viva

Luciano Nobili quanto siete arrabbiati per la mancata partecipazione di ieri?

“Quello che è accaduto ieri è  adir poco vergognoso. Gli Italiani, quando mancano 13 giorni alle elezioni,  avrebbero avuto tutto il diritto di ascoltare un confronto non relegato ai soli rappresentanti di centrodestra e centrosinistra…Si è trattato di un episodio indegno per una democrazia occidentale. Il vero vulnus di queste elezioni!”

D’accordo, non sieste stati ammessi al confronto e non l’avete presa bene…ma che ne pensa comunque dello scambio televisivo Letta-Meloni?

Ma quello di ieri non è stato un confronto. Ho ascoltato due voci simili, una marmellata che tutti conosciamo già. Bibopulismo trito e ritrito, insomma due compari che recitano secondo commedia. Basti pensare che mentre il confronto scorreva in diretta, a Piombino in Consiglio Comunale, FDI, Pd e M5S votavano contro il rigassificatore. Insomma la performance di Letta e del Pd è completamente tesa a far governare la Meloni.”

Luciano Nobili intervista a Free.it
Luciano Nobili, Italia Viva

Letta-Meloni, Nobili a Free.it “Dopo il voto possibili solo due finali”

Insomma, a quanto dice ogni cosa è già scritta. Allora perchè votare per il Terzo Polo?

Perchè sarebbe il vero voto utile e le spiego subito  il perchè, e cito per ora un dato prettamente numerico. Stando a tutti i sondaggi, tra centrodestra e centrosinistra dopo il 25 settembre ci potrebbero essere tra i 15 e i 20 punti di distacco. Se invece si votasse  per il Terzo Polo, con un obiettivo che noi riteniamo alla portare quello di arrivare tra il 10 e il 12%, allora la destra al Senato rischierebbe di avere una maggioranza risicata. Non esiste nessun film del Governo Letta o del Governo Conte. Esistono solo due finali possibili: vince Giorgia Meloni, oppure con il Terzo Polo si riesce a costruire una maggioranza che riporti, o faccia restare, Draghi a Palazzo Chigi.”

Quindi sbaglia chi dice che Italia Viva, essendosi alleata con Azione, strizzi l’occhio a destra?

Assolutamente sì e ha detto bene Matteo Renzi questa mattina in un’intervista ad un noto quotidiano: se vince la Meloni, noi saremo all’opposizione. Noi lavoreremo per far cadere il prima possibile quel Governo. Mi creda la vera sintonia è tra Letta e Meloni. Mi rifiuto però di pensare che dietro questa sintonia, ci sia una logica cinica al Nazareno, ovvero quella di voler far governare la destra nel peggior momento che attraversa il nostro Paese. Bisogna volere il bene dell’Italia“.

Quindi è convinto davvero che arriverete sopra il 10%? 

Beh i sondaggi ci dicono che in media siamo sopra FI…Puntiamo agli indecisi e ai moderati di centro. Ce la possiamo fare!”

A proposito, come va con Calenda?

Per ora bene…”