Guerra Ucraina, primo carico di grano lascia il Paese | L’annuncio è una speranza

Si sblocca la questione dell’esportazione del grano e così la guerra in Ucraina inizia a prendere una piega differente: cosa sta accadendo e quali sono i dettagli.

Le prime navi piene di grano arriveranno nel porto di Istanbul mercoledì 3 agosto 2022 in rotta verso l’Africa. A rilanciare la notizia è la CNN che cita fonti qualificate. Si tratta di una novità certamente sorprendente visto l’andamento del conflitto. Ad annunciarlo non sono però Russia e Ucraina.

Guerra Ucraina esportazione grano
Guerra Ucraina, primo carico di grano lascia il Paese | L’annuncio arriva da Russia e Ucraina

La Russia sta intanto probabilmente riassegnando un numero significativo delle sue forze dal settore settentrionale del Donbass all’Ucraina meridionale. A ribadirlo è il ministero della Difesa britannico nel consueto rapporto dell’intelligence. Negli ultimi quattro giorni, infatti, laa Russia ha continuato a tentare assalti tattici sull’asse Bakhmut, a nord-est di Donetsk, riuscendo solo a fare progressi lenti.

Guerra Ucraina, bombe a Kharkiv e Mykolaiv

Il conflitto non si ferma e già dalle prime ore del mattino bombe su Kharkiv. Ad annunciarlo è Oleg Synegubov, capo dell’amministrazione regionale. Al momento sarebbero due le persone ferite a causa degli attacchi russi, ma il bilancio potrebbe anche aumentare. Danni ingenti anche nel distretto di Saltiv. Intanto la prima nave ad esportare grano ucraino partirà dai porti ucraini alle 8:30 (7:30 in Italia). A dichiararlo è il ministero della Difesa turco.

Sono almeno due le vittime dell’attacco notturno a Mykolaiv. Ad annunciarlo è Oleksandr Senkevych, sindaco della città ucraina. “Questi raid sono probabilmente i più potenti di tutta la guerra“, ha dichiarato il primo cittadino. I missili russi avrebbero colpito due distretti residenziali. A riportare la notizia è il The Guardian.

Ucraina, Zelensky ringrazia i cittadini | VIDEO

Volodymyr Zelensky ha commentato nel consueto videomessaggio notturno quanto sta accadendo sul fronte bellico. Messaggi di ringraziamento per il popolo che sta resistendo in tutte le zone del Paese. “Voglio ringraziare ogni abitante di Mykolaiv per la sua indomabilità, per aver protetto la città e la regione. Ringrazio anche Nikopol, Kharkiv, Kryvyi Rih e tutta la regione di Dnipropetrovsk, la forte gente di Zaporizhzhia e della regione, tutti gli ucraini della regione di Kherson, tutti quelli che difendono la periferia di Odessa e della regione“, ha spiegato il presidente ucraino.

Strategicamente, la Russia non ha alcuna possibilità di vincere questa guerra. Ed è necessario resistere, affinché anche ai livelli tattici, lo stato terroristico senta la sua sconfitta. Dobbiamo resistere al sud, ad est e ovunque. Dobbiamo resistere in difesa, diplomazia e politica. Per preservare la nostra unità – e non solo fino alla vittoria, ma anche dopo, per ripristinare qualitativamente tutto distrutto dagli occupanti“, ha ribadito Zelensky.