Vaiolo delle scimmie, prime vittime: paura in Europa | Stato d’emergenza a New York

L’epidemia da vaiolo delle scimmie continua a preoccupare in giro per il mondo. Negli Usa alcuni Stati hanno dichiarato lo stato d’emergenza.

In Spagna intanto la situazione inizia a preoccupare. Registrate le prime vittime.

Vaiolo delle scimmie, situazione preoccupante in Spagna

I sintomi del vaiolo delle scimmie nell’epidemia attualmente in atto sono diversi dalle precedenti epidemie degli anni passati e l’infezione sembra diffondersi soprattutto tra maschi omosessuali o bisessuali, con sintomi che riguardano soprattutto lesioni delle mucose dei genitali. È quanto emerge da uno studio diretto da esperti del Guy’s and St Thomas’ NHS Foundation Trust a Londra e pubblicato sul British Medical Journal.

Situazione critica a San Francisco e lo stato di New York dove è stato dichiarato lo stato d’emergenza sanitaria dopo che i casi di vaiolo delle scimmie continuano a salire. La misure da parte di due delle aree più colpite negli Stati Uniti arriva mentre l’amministrazione Biden sta valutando di dichiarare l’emergenza nazionale.

Più del 40 percento dei 4.907 casi confermati di vaiolo delle scimmie negli Usa sono stati segnalati in California e New York. La sindaca di San Francisco London Breed ha annunciato che i casi della malattia sono quasi raddoppiati, a 261, in una settimana. Al momento, inoltre, non ci sono abbastanza vaccini per immunizzare tutta la popolazione a rischio. Anche nello Stato di New York i casi sono aumentati rapidamente negli ultimi giorni fino a raggiungere i 1.200.

Vaiolo delle scimmie, in Spagna registrata le prime due vittime.

Situazione preoccupante anche in Spagna dove il ministero della Salute ha confermato il secondo decesso di un paziente infettato dal vaiolo delle scimmie.

Due vittime in Spagna a causa dell’epidemia da vaiolo delle scimmie

Il ministero spagnolo della Sanità aveva confermato il primo morto in Spagna nelle scorse ore a causa del vaiolo delle scimmie. Oggi è arrivata la conferma della seconda vittima.  Intanto in Spagna sono stati notificati 4.298 casi confermati. Dei 3.750 contagiati su cui si hanno informazioni – si legge ancora sul sito del quotidiano El Mundo – 120 sono stati ricoverati in ospedale (il 3,2%).

Il vaiolo delle scimmie, malattia per la quale l’Oms ha dichiarato l’emergenza sanitaria internazionale sta creando preoccupazione anche in altre parti del mondo.