Ricky Martin, le presunte molestie al nipote | La verità raccontata dal suo avvocato

Dopo lo scandalo delle presunte molestie del cantante Ricky Martin nel confronti del nipote Dennis Yadiel Sanchez parla ora l’avvocato del cantante e rivela che…

E’ Dennis Yadiel Sanchez, nipote 22enne del cantante e figlio della sorellastra Vanessa, il familiare per il quale Ricky Martin ha ricevuto a inizio luglio un’ ordinanza restrittiva per stalking dalle autorità portoricane.

 Secondo quanto era trapelato inizialmente, il 50enne cantante e attore, sposato dal 2017 con l’artista siriano-svedese Jwan Josef, era accusato di stalking da una persona con cui aveva avuto una relazione per sette mesi ma con cui si era lasciato ad aprile.In particolare il ‘Re del pop portoricano avrebbe tempestato di telefonate l’ex e sarebbe stato sorpreso in tre occasioni sotto la sua casa. Ora si scopre che quella persona sarebbe il nipote.

Non appena uscita la notizia il cantante de “La vida Loca” avrebbe subito smentito l’accaduto e ringraziato i suoi fan per il sostegno dato in questa brutta vicenda, ma alcuni giornali avevano confermato di aver visto Martin aggirarsi sotto casa dal nipote per almeno tre volte durante il periodo prima dell’accusa di stalker. Per la legge di Porto Rico, le molestie nei confronti di un familiare costituiscono un’aggravante e ora Ricky Martin rischierebbe una pena molto pesante, ma la verità sembra sia un’altra.

Ricky Martin, le presunte molestie al nipote. Alcuni testimoni dicono che…

Lo riferisce Tmz citando il fratello della star, Eric Martin, secondo cui però il giovane soffre di disturbi mentali.

Idem per Martin Singer, l’avvocato del cantante: “purtroppo la persona che ha fatto queste affermazioni sta lottando con la sua salute mentale. Ricky Martin, ovviamente, non è mai stato coinvolto in qualsiasi tipo di relazione sessuale o romantica con suo nipote“, ha detto a Variety.

L’idea non è solo falsa, è disgustosa. Ci auguriamo tutti che quest’uomo riceva l’aiuto di cui ha così urgente bisogno. Ma, soprattutto, non vediamo l’ora che questo terribile caso venga archiviato non appena un giudice esaminerà i fatti“. Ha aggiunto. Come dicevamo, per le autorità di Porto Rico, la familiarità è un’aggravante, ma se fossero confermati i suoi problemi mentali tutto assumerebbe una prospettiva diversa.