Stefano Tacconi, ecco la vittoria più bella | L’ex portiere scalpita: “Voglio tornare a casa”

Migliorano le condizioni di Stefano Tacconi, l’ex portiere della Juventus, ancora in convalescenza dopo l’emorragia cerebrale, prosegue la riabilitazione: “Non ricordo nulla, ho capito che sono stato tanto male ma adesso va molto meglio”.

Ne avrà ancora per un po’, dovrà restare ricoverato al Borsalino di Alessandria ancora per un mese e mezzo. Il recupero di Stefano Tacconi sarà lungo, ma procede spedito. E le parole dell’ex estremo difensore lasciano ben sperare.

 

stefano tacconi
Stefano Tacconi, ecco la vittoria più bella | L’ex portiere scalpita: “Voglio tornare a casa”

I giorni bui sembrano essere definitivamente alle spalle. Ha iniziato la terza settimana di riabilitazione, i progressi sono evidenti ma in questi casi non bisogna avere fretta e  procedere per gradi. Se tutto dovesse andare nel verso giusto a fine agosto potrà essere dimesso e proseguire la riabilitazione a casa. Nel frattempo è arrivata la prima piccola grande vittoria: l’ex portiere ha ricominciato a camminare. Sta vincendo la partita più difficile della sua vita, dopo che era arrivato in coma all’Ospedale di Alessandria per un aneurisma cerebrale, la mattina del 23 aprile. Ormai respira autonomamente e viene aiutato quando è molto stanco, ma solo per non farlo affaticare troppo.

Stefano Tacconi, parole di speranza: “Dopo il buio voglio tornare a casa, sarà la mia vittoria più bella”

Non si smentisce, Tacconi ha continuato a lottare e a sorprendere tutti. Ogni giorno qualcosina in più, tenace e con la battuta sempre pronta.

Stefano Tacconi
Stefano Tacconi, parole di speranza: “Dopo il buio voglio tornare a casa, sarà la mia vittoria più bella”

“Ho vinto tutto nella mia carriera, ma questa è la coppa più importante. Non ricordo quasi niente, ho capito che sono stato tanto male, ma ora va molto meglio, ha dichiarato l’ex estremo difensore al Secolo XIX. La situazione è in netto miglioramento tanto che “ormai si alza da solo, cammina accompagnato e si muove con la sedia a rotelle, non si lamenta mai”, ha spiegato Andrea Barbanera, il primario neurochirurgo che lo ha operato.

Da qualche giorno Tacconi ha iniziato anche a fare le parole crociate e tutte le mattine chiede i giornali, sportivi e non. La sua Juventus sempre come musica di sottofondo. E proposito del mercato bianconero ha detto: Dybala? Meno male che è andato via ma alla Juve è tornato Pogba, un gran giocatore”.