Guerra Russia Ucraina, le notizie di venerdì 17 giugno 2022

Guerra Russia Ucraina. Le notizie di venerdì 17 giugno 2022. Gli aggiornamenti sul conflitto.

114esimo giorno di guerra, ieri il primo storico viaggio di Draghi, Macron e Scholz a Kiev dall’inizio del conflitto: i tre leader europei hanno incontrato il Presidente Zelensky per cercare soluzioni utili a porre fine alle ostilità e hanno visitato Irpin, teatro del massacro di civili.

Guerra Russia Ucraina, notizie di venerdì 17 giugno 2022

L’ex Presidente russo Medvedev attacca duramente la missione dei tre leader europei in Ucraina: “Visita inutile dei mangiatori di rane, salsicce e spaghetti”. Intanto sul campo di battaglia prosegue l’offensiva russa nell’est dell’Ucraina, nel Lugansk l’avanzata delle Forze Armate di Mosca non subisce rallentamenti. I separatisti filorussi che combattono al fianco delle truppe di Putin hanno annunciato di essere entrati nel perimetro dell’impianto chimico Azot, dove sono asserragliati gli ultimi difensori di Severodonetsk.

23.45L’Ucraina ha ricevuto un prestito di 733 milioni di dollari dal Canadaper finanziare le spese prioritarie, e in particolare per assicurare le specie sociali e umanitarie prioritarie“. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze di Kiev,SerhiyMarchenko, citato dal Guardian.Sono grato al governo del Canada e personalmente alla vicepremier e ministra delle Finanze, Chrystia Freeland, per il sostegno incrollabile all’Ucraina nella sua lotta per la libertà. La decisione dimostra ancora una volta la leadership del Canada nel sostenere il popolo ucraino e la cruciale prontezza nell’aiutare l’Ucraina“, ha scritto Marchenko in una nota.

23.05 – “Tutti gli insediamenti liberi dell’oblast sono sotto pesante fuoco russo. Il punto più caldo è Severodonetsk. Le battaglie in strada continuano nel centro, i russi controllano la maggior parte della città. I soldati russi stanno morendo in massa, ma sempre più assassini russi arrivano a rimpiazzarli goni giorno“. Lo ha detto il governatore della regione di Lugansk, Serhiy Gaidai, citato dai media ucraini, aggiungendo che 30 tir di soldati russi giungono ogni giorno nell’oblast come rinforzi.

22.45 – Se riceverà le armi pesanti necessarie dagli alleati occidentali, l’Ucraina sarà in grado di respingere l’offensiva russa e anche di riconquistare alcuni territori persi nel conflitto. Lo ha affermato il suo ministro degli Esteri Dmytro Kuleba in un editoriale su Foreign Affairs, citato dai media ucraini. “Il punto di svolta arriverà quando le nostre forze armate utilizzeranno i lanciarazzi multipli occidentali per distruggere l’artiglieria russa, trasformando la situazione a favore dell’Ucraina lungo l’intera linea del fronte. Successivamente, le nostre truppe cercheranno di riconquistare i territori, costringendo i russi a ritirarsi qui e là“, ha sostenuto Kuleba nell’articolo, dal titolo “Come l’Ucraina vincerà. La teoria di Kiev per la vittoria“. “I successi del Cremlino nella regione possono essere nei titoli dei giornali, ma è importante ricordare che sono limitati e hanno portato a perdite estremamente pesanti tra i russi. Cercheremo di mettere i russi sul punto di lasciare Kherson, una città che è la chiave per la stabilità strategica dell’Ucraina“, ha aggiunto il capo della diplomazia di Kiev, dicendosi fiducioso che una controffensiva delle forze armate ucraine nel sud e nell’est costringerà il presidente russo Vladimir Putin a scegliere tra l’abbandono delle città meridionali, tra cui Kherson e Melitopol, e l’abbandono dei territori appena conquistati nelle regioni di Lugansk e Donetsk nel Donbass.

22.28 – “L’Ucraina ha fatto tutto il possibile” per ottenere lo status di Paese candidato all’adesione all’Ue. Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel suo consueto videomessaggio serale via social alla nazione, dopo la raccomandazione della Commissione al Consiglio Ue di assegnare al suo Paese lo status. “I valori ucraini sono i valori europei. Le istituzioni ucraine mantengono la loro resilienza anche in condizioni di guerra. I costumi democratici ucraini non hanno perso la loro forza neppure ora. E il nostro avvicinamento all’Ue non è positivo solo per noi, è il più grande contributo al futuro dell’Europa da molti anni“, ha aggiunto Zelensky.

21.25 – Il paramedico ucraino Yulia Payevska, meglio conosciuta come ‘Tyra’, è stata liberata dalla prigionia russa. Lo ha annunciato il presidente Volodymyr Zelensky in un videomessaggio, secondo quanto riporta Ukrinform. “Siamo riusciti a liberare dalla prigionia Tyra, il paramedico ucraino Yulia Payevska. Tyra è già a casa“, ha detto il presidente ucraino. La donna era stata catturata il 16 marzo scorso. Da anni, era impegnata nella cura dei soldati ucraini e dei civili feriti, in particolare nel Donbass, insieme alla sua squadra di soccorso denominata ‘Angels of Tyra’. Secondo ArmyInform, solo nel 2019 avrebbe salvato più di 500 militari ucraini.

21.10 – Almeno 4 civili sono rimasti uccisi e altri 6 feriti in raid russi compiuti oggi nella regione orientale ucraina di Donetsk. Lo ha riferito il governatore Pavlo Kyrylenko, precisando che due vittime sono state registrate a Panteleimonivka, una a Bakhmut e una a Krasnohorivka. Lo riporta l’Ukrainska Pravda.

20.12 – “Voglio ringraziare il premier Mario Draghi, che è stato il primo leader del G7 a manifestare il suo inequivocabile sostegno alla candidatura dell’Ucraina a entrare nell’Ue. Ha una visione per il futuro, per il bene del suo Paese“: lo ha detto il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba, intervistato da SkyTg24.

20.10 – E’ stata una visita a sorpresa quella di oggi del premier britannico Boris Johnson a Kiev, la seconda dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, ma organizzata nei minimi particolari dallo staff di Downing Street, anche per quanto riguarda le pubbliche relazioni. Come per il dono portato dal leader Tory all’ormai amico Volodybmyr Zelensky: la biografia della regina Elisabetta scritta da Robert Hardman, dal titolo ‘Queen Of Our Times: The Life Of Elizabeth II‘, quella pubblicata in occasione delle recenti celebrazioni del Giubileo di Platino per i 70 anni sul trono della sovrana. Il presidente ucraino ha risposto con un “grazie mille” quando Johnson gli ha consegnato il libro dopo averlo firmato. La ‘missione’ del primo ministro a Kiev puntava certo a rafforzare ancora di più il legame già stretto con Zelensky – in particolare dopo la visita dei leader d’Italia, Germania e Francia, Mario Draghi, Olaf Scholz ed Emmanuel Macron – con nuove promesse di forniture militari e perfino di un vasto programma di addestramento delle truppe ucraine da parte dell’esercito britannico, oltre al sostegno a parole rispetto a una volontà di non scendere, almeno per ora, a patti con la Russia di Vladimir Putin.

20.05 – Le consegne di armi pesanti all’Ucraina, promesse dalla Germania,arriveranno in tempo” per sostenere il paese nei combattimenti nel Donbass. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in un’intervista in inglese con Dpa. Scholz ha sottolineato che l’industria tedesca sta lavorando per garantire che le armi possano essere consegnate. Tuttavia, è essenziale che i soldati ucraini vengano addestrati all’uso dei vari sistemi. Scholz ha aggiunto che per il conflitto nell’est del paese, l’Ucraina ha soprattutto bisogno di artiglieria, in modo da poter rispondere a droni, elicotteri e aerei.

20.00Scholz ha anche sottolineato come sia necessario che questi colloqui con il presidente russo siano chiari. A Putindico di comprendere che non ci sarà una pace come diktat. E che se pensa di poter rubare del territorio e poi sperare che i tempi cambieranno e le cose torneranno alla normalità, allora si sta sbagliando“, ha spiegato Scholz. Il cancelliere tedesco ha anche ribadito che chiede a Putin di ritirare le sue truppe dall’Ucraina e raggiungere un accordo che sia considerato accettabile e giusto da Kiev.

19.45 –Ho parlato con Jeppe Kofod, che mi ha assicurato che la Danimarca sostiene la concessione all’Ucraina dello status di candidato all’Ue”. Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, dicendo di essere ”grato a Jeppe per il supporto. Gli ho detto che questa decisione ispira ogni ucraino, compresi quelli attualmente in prima linea”.

19.35 – Le truppe russe inviate da Vladimir Putin in Ucraina sono sotto una “colossale pressione“. Lo ha affermato il primo ministro britannico Boris Johnson nel corso di una conferenza stampa a Kiev con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Johnson ha quindi detto di capire perché Zelensky e il suo popolo si rifiutano di scendere a compromessi con Mosca, sostenendo che ci sono prove che mostrano che le truppe russe sono sottoposte “a forti pressioni e subiscono pesanti perdite“.

19.10 –La Russia non minaccia nessuno con le armi nucleari“. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin al forum economico a San Pietroburgo. Lo scrive l’agenzia russa Tass.

19.00 –La Russia non sta bloccando il grano ucraino“. Lo ha sostenuto il presidente russo Vladimir Putin intervenendo al Forum economico di San Pietroburgo, accusando gli Stati Uniti e l’Unione europea della crisi alimentare derivante dalla crisi ucraina. “La carestia nei paesi più poveri sarà sulla coscienza dell’amministrazione statunitense e degli eurocrati“, ha detto Putin, che ha accusato gli Stati Uniti di stampare denaro e di “accaparrarsi” cibo sui mercati globali. Promettendo che la Russia avrebbe inviato cibo in Africa e in Medio Oriente, Putin ha sostenuto che l’Ucraina non ha abbastanza grano per fare la differenza. Ma la Russia può esportare di più.

18.35 – Il Regno Unito è pronto a lanciare una vasta operazione per addestrare migliaia di militari ucraini. Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson al presidente Volodymyr Zelensky nel corso della sua seconda visita a sorpresa a Kiev dall’inizio dell’invasione russa. Londra, in collaborazione coi Paesi alleati, potrebbe formare fino a 10 mila soldati ogni 120 giorni. Per Johnson questa iniziativa ha tutti i presupposti per cambiare la situazione sul campo.

18.10 – La notizia dell’arresto di un ufficiale dei servizi militari russi (Gru) nei Paesi Bassi è una fake news. Lo ha affermato il ministero degli Esteri russo, citato dalla Tass, facendo riferimento a una nota dei servizi olandesi, che avevano riferito di aver impedito a una spia russa di accedere alla sede della Corte penale internazionale, che sta indagando tra l’altro sui crimini di guerra in Ucraina.

18.00 – Vladimir Putin considera il presidente cinese Xi Jinping come “un amico in tutti i sensi“. Lo ha detto il presidente russo, parlando al Forum Economico di San Pietroburgo, citato dalla Tass, sottolineando che l’interscambio tra Russia e Cina toccherà quest’anno livelli record.

17.40 – Ci sono ‘‘molti morti’‘ a Lysychansk, colpita da un raid aereo delle forze armate russe. Lo denuncia il governatore regionale di Luhansk, Serhiy Haidai, spiegando che la città orientale di Lysychansk è stata oggi oggetto di pesanti bombardamenti nei quali sono rimaste uccise numerose persone, senza quantificare il numero delle vittime. Lysychansk si trova dall’altra parte del fiume Siverskyi Donets vicino a Severodonetsk, che negli ultimi giorni è diventato un campo di battaglia.

17.00 – Il premier britannico Boris Johnson è  a Kiev per la seconda volta. All’indomani della visita dei leader europei, Emmanuel Macron, Olaf Scholz e Mario Draghi, il capo di Downing Street si è recato nella capitale ucraina per incontrare il presidente Volodymyr Zelensky. Lo riportano i media britannici.

16.25“Separazione delle famiglie, sequestro di documenti, espulsione in Estremo Oriente. Campi di concentramento e di filtrazione, torture brutali, persecuzione dell’etnia. Nel XXI secolo la Russia deporta centinaia di migliaia di ucraini, continuando il genocidio delle persone. Il mondo deve parlarne”. Questo il messaggio del Consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak su Twitter.

16.16“Gli ucraini hanno dimostrato la loro determinazione ad andare incontro al loro destino europeo. Oggi è stata raggiunta una nuova pietra miliare nel cammino dell’Ucraina verso l’Ue. Il parere positivo è un chiaro messaggio al coraggioso popolo ucraino, con il quale siamo uniti da valori e storia. Insieme siamo l’Europa”. Così su Twitter l’Alto Rappresentante per la politica estera Ue Josep Borrell.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Con sanzioni a Mosca Ue si è rovinata con le sue mani”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Putin: “Con sanzioni a Mosca Ue si è rovinata con le sue mani”

16.00 – I politici europei hanno inferto un duro colpo alla loro economia, con le proprie mani. Lo ha affermato il Presidente russo Vladimir Putin, parlando al Forum economico internazionale di San Pietroburgo (Spief). “Sappiamo che tra i leader dei Paesi europei di nascosto si discutono prospettive molto inquietanti – dice ancora Putin – le sanzioni possono essere applicate non solo contro la Russia, ma anche contro qualsiasi Stato non gradito, prima o poi possono colpire tutti, compresi gli stessi Paesi membri. Finora non si è arrivati ​​a questo, ma i politici europei hanno già inferto un duro colpo alla loro economia. Lo hanno fatto loro stessi, con le proprie mani”, conclude.

15.44Mosca “accoglie con favore l’invito dell’Onu per il dialogo sulla sicurezza alimentare”. Lo ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin nel suo intervento allo Spief di San Pietroburgo. “La Russia – ha aggiunto Putin – non ostacola la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale, non abbiamo minato i loro porti”, ha precisato. Lo riporta Ria Novosti.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Usa pensano di essere l’unico centro del mondo”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Putin: “Usa pensano di essere l’unico centro del mondo”

15.39 – Il momento che l’Europa sta vivendo “porterà a un’ondata di radicalismo e, in prospettiva, a un cambio di élite. Lo ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin parlando dal Forum economico di San Pietroburgo. Secondo Putin “i reali interessi delle persone in Europa sono stati messi da parte. L’Europa ha perso la sua sovranità politica, ha aggiunto riferendosi alla più volte denunciata influenza degli Stati Uniti sulla politica europea. “Gli Usa pensano di essere l’unico centro del mondo – prosegue il Presidente russo – fanno i poliziotti del mondo, agiscono facendo finta di non notare che ci sono altri centri forti nel mondo. Ma questa era è finita, il cambiamento fa parte della storia e non è reversibile, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Putin: “Finita l’era dell’ordine mondiale unipolare”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Putin: “Finita l’era dell’ordine mondiale unipolare”

15.22L’era dell’ordine mondiale unipolare è finita, nonostante tutti i tentativi di conservarlo con qualsiasi mezzo”. Lo ha dichiarato il Presidente russo Vladimir Putin parlando al Forum economico di San Pietroburgo. Lo riporta Interfax.

15.15 “Gli ucraini sono pronti a morire per la prospettiva europea, dice la presidente dell’Ue, che è anche una specialista del parto (ha sette figli, ndr). A quanto pare, è a questo che li stanno preparando i gentili custodi dell’Ue“. Così su Twitter l’ex Presidente russo e attuale vice segretario del Consiglio di Sicurezza Dmitry Medvedev.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky su candidatura Ue di Kiev: “Decisione storica”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky su candidatura Ue di Kiev: “Decisione storica”

15.07 – Alcuni militari ucraini nascosti nell’impianto Azot di Severodonetsk hanno cominciato ad arrendersi. Lo riferiscono le milizie filorusse del Lugansk, citate dalla TASS.

15.00“Lodo il parere positivo della Commissione europea sullo status di candidato dell’Ucraina. “Si tratta di un primo passo del percorso per diventare membro dell’Ue, che certamente ci avvicinerà alla vittoria”. Lo scrive su Twitter il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky. “Sono grato a Ursula Von der Leyen e ogni membro dell’Ue per una decisione storica, prosegue, “mi aspetto un risultato positivo la prossima settimana al Consiglio europeo, conclude Zelensky.

Guerra Russia Ucraina, parere favorevole della Commissione europea ad adesione Ue di Kiev

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, parere favorevole della Commissione europea ad adesione Ue di Kiev

14.47“La Commissione raccomanda al Consiglio che all’Ucraina venga assegnata una prospettiva europea e lo status di Paese candidato all’adesione all’Ue” a condizione che Kiev “faccia una serie di riforme”. Lo ha dichiarato la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen durante la conferenza stampa di presentazione dei pareri della Commissione sulle domande di adesione all’Ue di Ucraina, Moldova e Georgia.

14.33Vladimir Putin appoggia la posizione del Presidente francese Emmanuel Macron per ciò che riguarda una soluzione diplomatica al conflitto in Ucraina. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in un’intervista a Izvestia. “Apprezziamo molto queste qualità” di Macron, “nonostante le differenze di fondo esistenti, ha seguito coerentemente questa strada, che anche il Presidente Putin approva”, ha detto Peskov. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, von der Leyen: “Vogliamo che Kiev viva il sogno europeo”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, von der Leyen: “Vogliamo che Kiev viva il sogno europeo”

12.12Gli ucraini sono pronti a morire per la prospettiva europea. Vogliamo che vivano con noi il sogno europeo”. Così la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen su Twitter.

12.00 –  L’Ucraina non conoscerà mai la pace se l’obiettivo finale di Kiev sarà “schiacciare la Russia”. Lo ha dichiarato il Presidente francese Emmanuel Macron in un’intervista a Bfmtv. Se “l’obiettivo di questa guerra è schiacciare la Russia non si otterrà mai una pace negoziata”, ha aggiunto. Macron ha spiegato che neanche Zelensky vuole annientare Mosca: “Il Presidente ucraino difende la sua terra. E noi vogliamo aiutarlo a farlo. A volte abbiamo vinto la guerra e perso la pace”, ha concluso.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Sanzioni a Mosca creano condizioni per sicurezza europea”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Sanzioni a Mosca creano condizioni per sicurezza europea”

11.47 –  Non è possibile garantire la sicurezza europea senza la liberazione dalle catene di dipendenza create dalla Russia nel corso dei decenni. Lo ha detto il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato da Ukrinform. Chiunque crei fame artificiale deve diventare un emarginato globale e subire perdite dolorose – aggiunge Zelensky – questo dovrebbe essere preso in considerazione nella preparazione del settimo pacchetto di sanzioni dell’Unione europea. E dobbiamo renderci conto che i pacchetti di sanzioni sono effettivamente diventati parte dell’architettura di sicurezza del continente. Creano condizioni di stabilità e pace, limitando la capacità della Russia di finanziare l’aggressione”, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Mosca: “Distrutto quartier generale Battaglione Azov a Kharkiv”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Mosca: “Distrutto quartier generale Battaglione Azov a Kharkiv”

11.33 – Il Cremlino ha reso noto che l’aviazione russa ha distrutto il quartier generale del battaglione nazionalista ucraino Azov. Lo ha riferito il portavoce del Ministero della Difesa, il tenente generale Igor Konashenkov, spiegando che l’operazione è stata condotta con “missili ad alta precisione” nell’area dell’insediamento di Pesochin nella Regione di Kharkiv. Lo riporta Ria Novosti.

11.19“Sfortunatamente, non tutti capiscono che la Federazione Russa non rispetterà alcun formato legale finché c’è l’opportunità di prendere qualcosa dall’Europa con la forza, il ricatto o la guerra diretta. Dobbiamo continuare a parlarne…”. Così su Twitter il Consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak.

Guerra Russia Ucraina, Macron: “Mosca responsabile della crisi alimentare mondiale”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Macron: “Mosca responsabile della crisi alimentare mondiale”

11.11 – Sono almeno 33.150 i soldati russi uccisi dal giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina dello scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev diffuso su Facebook. Secondo il resoconto dei militari ucraini sarebbero stati distrutti 1456 carri armati russi, 3563 mezzi corazzati e 734 sistemi d’artiglieria. In più le Forze Armate  russe avrebbero perso anche 215 aerei, 180 elicotteri e 593 droni. Lo riporta Ukrinform.

11.00“La crisi alimentare mondiale che stiamo vivendo è la diretta conseguenza della guerra condotta dalla Russia contro l’Ucraina. Lo scrive su Twitter il Presidente francese Emmanuel Macron. “Chiediamo alla Russia di consentire alle Nazioni Unite di organizzare le esportazioni di grano revocando il blocco ai porti ucraini”, ha aggiunto.

Guerra Russia Ucraina, filorussi: “Probabilità che Kiev sopravviva estremamente basse”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, filorussi: “Probabilità che Kiev sopravviva estremamente basse”

10.53 – A fronte di una richiesta giornaliera di gas da parte di Eni pari a circa 63 mln di metri cubi, Gazprom ha comunicato che fornirà solo il 50% di quanto richiesto (con quantità effettive consegnate pressoché invariate rispetto ieri). Lo comunica Eni sul sito del gruppo.

10.44L’Ucraina è attualmente controllata dall’esterno. Non prende nessuna decisione da sola, è un dato di fatto. Ultimamente non ha preso una sola decisione nell’interesse dei suoi cittadini e di ciò che resta del Paese. Lo ha dichiarato a La Stampa il leader dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Denis Pushilin. “La leadership ucraina non ha più punti di appoggio su cui fare affidamento – spiega Pushilin – negli ultimi otto anni è stata deindustrializzata, essenzialmente l’hanno ridotta a una fonte di materie prime. La probabilità che l’Ucraina sopravviva è estremamente bassa“, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Kiev: “Da Azot evacuazione impossibile”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Kiev: “Da Azot evacuazione impossibile”

10.37L’evacuazione dallo stabilimento Azot è impossibile. Uscire dall’impianto è pericoloso a causa del fuoco continuo e dei combattimenti. Nel rifugio si trovano 568 persone di cui 38 bambini. Uscire dal rifugio è possibile solo con un cessate il fuoco completo. La città di Severodonetsk non è bloccata”. Lo ha scritto su Telegram il Governatore della Regione di Lugansk Serhii Haidai.

10.30 Secondo il quotidiano tedesco Die Welt durante la visita di ieri a Kiev il Premier Draghi, il Presidente francese Macron e il Cancelliere tedesco Scholz avrebbero chiesto al Presidente Zelensky di tornare a sedersi al tavolo dei negoziati con il Presidente russo Vladimir Putin. Lo riporta la TASS.

Guerra Russia Ucraina, Macron: “Continuerò a dialogare con Putin”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Macron: “Continuerò a dialogare con Putin”

10.17 –  La difesa aerea della Regione di Zaporizhia ha abbattuto un missile delle truppe russe nella zona di Vilnius. Lo ha riferito l’Amministrazione militare regionale di Zaporizhia in un post su Telegram. Lo riporta Ukrinform.

10.10“Continuerò a parlare con Vladimir Putin, lo farò ogni volta potrà essere utile”. Lo ha dichiarato il Presidente francese Emmanuel Macron in un’intervista rilasciata a BfmTV. “Le discussioni con Putin sono sempre state finalizzate a trovare un percorso per la pace, non abbiamo mai negoziato al posto degli ucraini”, ha aggiunto il Presidente francese. Con Zelensky i rapporti “sono sempre stati buoni nonostante le polemiche – prosegue il Macron – quello della Francia è un ruolo da intermediario, di chi deve mettere un limite”, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Onu: “Nel Donbass situazione umanitaria estremamente allarmante”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Onu: “Nel Donbass situazione umanitaria estremamente allarmante”

09.55 La situazione umanitaria nell’Ucraina orientale è “estremamente allarmante” e continua peggiorare. Lo afferma l’Onu secondo cui “a quasi quattro mesi dall’inizio della guerra, la situazione umanitaria in tutta l’Ucraina, in particolare nel Donbass orientale, è estremamente allarmante e continua a deteriorarsi rapidamente”.

09.47 – La Marina ucraina ha colpito il rimorchiatore russo “Vasily Bekh” mentre trasportava munizioni, armi e personale della flotta del Mar Nero. Il bersaglio è stato centrato mentre si dirigeva verso l’Isola dei Serpenti. La nave aveva a bordo un sistema missilistico terra-aria Tor. Lo rende noto la Marina militare ucraina, citata dal Kyiv Independent.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky ai militari: “Prepararsi a eventuale attacco dalla Bielorussia”

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, Zelensky ai militari: “Prepararsi a eventuale attacco dalla Bielorussia”

09.33 – Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha incaricato le Forze Armate di Kiev di verificare “la prontezza” alla difesa in quattro Regioni occidentali dell’Ucraina in caso di invasione della Bielorussia. Lo ha riferito il Segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa di Kiev Oleksiy Danilov. “La questione della Bielorussia è stata discussa e sono stati valutati tutti i nostri corpi coinvolti, cosa sta succedendo lì, qual è lo stato dell’Esercito bielorusso e quante truppe russe sono presenti”, le sue parole. Lo riporta Unian.

09.09 – Sale a 322 il numero dei bambini rimasti uccisi dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, mentre i feriti sono oltre 580. Lo riferisce l’Ufficio del Procuratore generale di Kiev su Telegram. “Alla data del 17 giugno 2022, oltre 900 bambini in Ucraina sono stati colpiti dall’aggressione armata russa. Secondo le ultime informazioni, un totale di 322 bambini è rimasto ucciso e oltre 581 sono rimasti feriti”, si legge nel rapporto. La maggior parte delle vittime è stata registrata nelle Regioni di Donetsk (301), Kharkiv (170), Kiev (116), Chernihiv (68), Luhansk (54), Kherson (52), Mykolaiv (48),  Zaporizhia (30), e Sumy (17)

Guerra Russia Ucraina, cronaca del 114esimo giorno di conflitto

Il conflitto tra Mosca e Kiev giunge al 114esimo giorno, ieri c’è stato il primo storico viaggio di Draghi, Macron e Scholz in Ucraina dall’inizio della guerra: i tre leader europei hanno incontrato il Presidente Zelensky a Kiev per cercare soluzioni in grado di porre fine al conflitto e hanno visitato Irpin, nel distretto di Bucha, luogo simbolo della guerra a causa del massacro di civili.

Diretta guerra Russia Ucraina
Guerra Russia Ucraina, cronaca del 114esimo giorno di conflitto

L’ex Presidente russo Medvedev attacca duramente la missione dei tre leader europei a  Kiev: “Visita inutile dei mangiatori di rane, salsicce e spaghetti”. Intanto sul campo di battaglia prosegue l’offensiva russa nell’est dell’Ucraina, nel Lugansk l’avanzata delle Forze Armate di Mosca non subisce rallentamenti. E i separatisti filorussi che combattono al fianco delle truppe di Putin hanno annunciato di essere entrati nel perimetro dell’impianto chimico Azot, dove sono asserragliati gli ultimi difensori di Severodonetsk.