Silvio Berlusconi, offesa gravissima di Elio Vito | Parolacce al leader di Forza Italia

Elio Vito, il duro sfogo del deputato azzurro contro Silvio Berlusconi: “Sullo stop alle armi a Kiev e la linea filo-Putin ha rotto il…”. Forza Italia nella bufera.

L’attacco è stato di quelli che fanno rumore. Ed Elio Vito non è nuovo agli attacchi ai compagni di partito. Questa volta però il tweet ha fatto il giro del web. Il motivo è semplice, a finire nel mirino del deputato di Forza Italia questa volta è stato Silvio Berlusconi.

berlusconi elio vito
Silvio Berlusconi, offesa grave di Elio Vito | Parolacce verso il presidente di Forza Italia

Dopo le dichiarazioni dell’ex Premier da Napoli sulla guerra tra Russia e Ucraina e sull’invio di armi a Kiev che, secondo il leader di Forza Italia, di fatto renderebbe l‘Italia “cobelligerante”, provocando danni economici alle aziende del nostro Paese, Elio Vito punta il dito contro il Cavaliere. “Con queste dichiarazioni su Putin, sul basta armi all’Ucraina, l’Italia che sarebbe in guerra, l’Ucraina che deve accettare le condizioni di Putin, Berlusconi ha rotto il ca@@o!, scrive il deputato azzurro su Twitter con le chiocciole a “censurare” la sparata.

Berlusconi, polemica per le frasi filo-Putin: non solo Vito, critiche anche dalla Gelmini

Quella di Elio Vito non è stata l’unica voce a levarsi da Forza Italia dopo le dichiarazioni di Silvio Berlusconi sul conflitto in Ucraina. “Io credo che l’Europa unita deve fare una proposta di pace, cercando di far accogliere agli ucraini le domande di Putin, aveva detto l’ex Premier.

Berlusconi elio vito gelmini
Berlusconi, polemica per le frasi filo-Putin: non solo Vito, critiche anche dalla Gelmini

L’altra protesta eccellente è arrivata dal Ministro degli Affari Regionali Maria Stella Gelmini. Dopo la nomina di Licia Ronzulli come coordinatrice di Forza Italia in Lombardia Gelmini ha spiegato che l’Italia non può essere il ventre molle dell’Occidente e soprattutto non può diventarlo per responsabilità di Forza Italia“.

Le parole del leader di partito, secondo il Ministro, non smentiscono le ambiguità del partito in relazione al conflitto in Ucraina. “Spero che emerga una netta presa di posizione a favore di UcrainaUnione EuropeaNato e Occidente – ha spiegato Gelmini –oggi più che ascoltare le parole di Putin, occorre ascoltare il grido di dolore dell’Ucraina, violentata e oppressa dall’invasore”, ha concluso.