Cessione Milan, Investcorp-RedBird: Elliott ha deciso | Fissata la data per il closing

Cessione Milan, clamoroso ribaltone nelle trattative per il cambio di proprietà: RedBird supera la concorrenza di Investcorp. La valutazione del club rossonero sale a 1,3 miliardi, firme vicinissime.

In attesa dell’ultimo match di campionato contro il Sassuolo che può valere lo scudetto, per il Milan arrivano novità decisive per quanto riguarda le trattative per il passaggio di proprietà: il fondo statunitense RedBird ha superato la concorrenza di Investcorp. Firme vicine, closing previsto entro la fine del mese.

cessione milan
Cessione Milan, Investcorp-RedBird: Elliott ha deciso | Fissata la data per il closing

Un finale a sorpresa. Quello che si va delineando per il passaggio di proprietà del club rossonero è uno scenario assolutamente imprevedibile, almeno fino a poco tempo fa. Stando a quanto riferito dal Sole 24 Ore la rimonta iniziata da RedBird qualche settimana fa sarebbe culminata in un sorpasso in volata su Investcorp. Il fondo americano l’avrebbe spuntata al fotofinish, superando il gruppo del Bahrein, e sarebbe stato scelto da Elliott come prossimo proprietario del Milan. L’accordo sarebbe stato trovato nelle ultime ore, grazie ai passi in avanti fatti da RedBird che avrebbe messo sul piatto 1,3 miliardi di euro. Cifra che grazie a una serie di meccanismi potrebbe nei prossimi anni arrivare a toccare addirittura gli 1,8 miliardi.

Cessione Milan, Elliott-RedBird: accordo a un passo | Closing previsto entro fine maggio

Stando alle ultime indiscrezioni, Redbird dovrebbe mettere sul piatto circa 600 milioni di equity. Elliott, che al momento si è trincerato dietro il più classico dei ‘no comment’, dovrebbe restare almeno in una fase iniziale, o comunque transitoria, con una quota di minoranza.

cessione milan
Cessione Milan, Elliott-RedBird: accordo a un passo | Closing previsto entro fine maggio

In ogni caso resta da capire la struttura finanziaria completa dell’operazione. Elliott potrebbe infatti partecipare anche con un finanziamento, ripagabile in cinque anni con interessi. L’attuale proprietà milanista è rimasta favorevolmente impressionata dall’entusiasmo mostrato da RedBird che ha subito alzato la prima offerta ritenuta troppo bassa dai vertici rossoneri che, inoltre, non hanno gradito l’ultimatum arrivato dal fronte arabo nelle ultime settimane. Insomma, questa volta il cambio di proprietà sembra davvero cosa fatta, salvo intoppi dell’ultima ora. Se gli attori in causa dovessero rispettare i tempi previsti il cambio di proprietà potrebbe essere formalizzato entro la fine di maggio. Per ora in casa rossonera regna il silenzio totale dalla decisiva sfida con il Sassuolo. Ma la sensazione è che la fumata bianca sia davvero a un passo, con la cessione del club rossonero che potrebbe concretizzarsi già nelle prossime ore.