Jody Lukoki, addio al calciatore 29enne | Com’è morto l’ex Ajax: aperta un’inchiesta

Jody Lukoki, addio all’ex calciatore di Ajax e Twente. Il 29enne muore in circostanze ancora da chiarire: calcio in lutto.

Lutto nel mondo del calcio. Addio a Jody Lukoki, 29enne congolese noto per la sua positività d’animo e la voglia di mettersi in gioco. Il giovane è scomparso in circostanze ancora da chiarire: un vero e proprio fulmine a ciel sereno per la famiglia che dice “Siamo sotto choc”. Non potrebbe essere altrimenti.

Jody Lukoki
Addio a Jody Lukoki, ex Ajax e Twente, 29 anni (ANSA)

Un ragazzo che aveva la vita in mano e ora deve fare i conti con l’ineluttabilità della morte: una persona sempre pronta a rimettersi in gioco, come aveva cercato di fare più volte dopo la rottura del legamento senza riuscirvi. La carriera gli aveva riservato qualche brutto scherzo, ma nulla che non si potesse risolvere. Sembra troppo tardi per tutto quando il The Telegraaf dà la notizia, attraverso la figura dell’agente del calciatore, nessuno vuole crederci.

Jody Lukoki, addio al giovane calciatore: la morte resta un mistero

Il mondo del calcio si macchia di un’altra morte “fantasma”. Quelle che sembrano avere una storia, ma alla fine i pezzi del puzzle crollano e non rimane più nulla. I genitori e gli estimatori del ragazzo restano con tante domande aperte e ancor più quesiti da chiarire. Aperta un’inchiesta, nel frattempo, per cercare di ricostruire un disegno con più ombre che luci.

Lukoki Jody
Il giovane calciatore morto improvvisamente, aperta un’inchiesta (ANSA)

Una vita che si spegne è sempre una sconfitta, ma la tesi della rassegnazione non regge: Jody non era il tipo – dicono – da lasciarsi andare a tal punto. Deve essere successo qualcosa. Cosa spetta alle indagini stabilirlo. Intanto il cordoglio di Ajax e Twente dove il calciatore aveva militato, ma in questi casi non bastano le lacrime di due squadre: viene atterrito un movimento che dovrebbe essere ricordato per il gioco. Peccato che ora nessuno scherzi più, con le lacrime che lasciano il posto alle occasioni sprecate e ai rimpianti.