25 aprile, tweet “inaccettabile” di Vito Petrocelli: bufera sulla festa della Liberazione | Il M5s vuole l’espulsione

Vito Petrocelli augura buona festa della “liberaZione” con la Z russa. Caos nel Movimento 5 Stelle. Conte indignato: “Provocazione inqualificabile”.

“Per domani buona festa della liberaZione”. E’ l’ultima provocazione del Senatore Presidente della commissione Affari esteri che su Twitter fa gli auguri di buon 25 aprile con la Z maiuscola, simbolo delle Forze Armate di Mosca e della guerra di Putin contro l’Ucraina.

vito petrocelli
25 aprile, tweet inaccettabile di Vito Petrocelli: bufera sulla festa della Liberazione | Il M5s vuole l’espulsione

Nuova bufera sul Senatore Petrocelli, ancora polemiche per le posizioni filorusse dopo che un mese fa aveva definito il Governo Draghi “interventista” e l’Italia Paese “cobelligerante”. In quel caso fu immediata la richiesta di  di dimissioni dall’incarico “incompatibile con la posizione che esprime”, avanzata in primis da Italia Viva e successivamente da tutti gli altri partiti di maggioranza.

“Non intendo lasciare la Presidenza della Commissione. Non voterò più la fiducia al Governo. Su nessun provvedimento – rispose Petrocelli – l’atteggiamento del Governo sulla guerra è la goccia che fa traboccare il vaso. Ormai considero le politiche del Governo Draghi su esteri e difesa molto lontane dal programma del Movimento 5 Stelle, aggiunse il Senatore. Ebbene, oggi riprendendo la Z delle truppe russe Petrocelli torna a suscitare clamore, indignati i suoi follower su Twitter hanno risposto duramente stigmatizzandone l’uscita.

Vito Petrocelli, l’augurio di buona “LiberaZione” costa caro: espulso dal M5S

Immediata la risposta del leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte che ha definito l’ultima sortita del Senatore una “provocazione inqualificabile”, annunciando l’espulsione dal Movimento.

vito petrocelli
Vito Petrocelli, l’augurio di buona “liberaZione” costa caro: espulso dal M5S

“Vito Petrocelli è fuori dal Movimento 5 Stelle”, ha annunciato Giuseppe Conte su Twitter. “Stiamo completando la procedura di espulsione – precisa il leader del M5S – il suo ultimo tweet è semplicemente vergognoso. Il 25 aprile è una ricorrenza seria. Certe provocazioni sono inqualificabili”, conclude.

Dura presa di posizione anche da parte della vicepresidente al Senato Paola Taverna: “Sinceramente non ho più parole. Quella tua Z offende chi lotta oggi e chi ha lottato ieri – spiega Taverna – quella Z offende la libertà, offende i valori su cui si fonda la nostra democrazia. Offende chi è morto per la libertà, anche per la tua. Offende te, senatore della Repubblica nata dalla Resistenza“, conclude.