Guerra Russia Ucraina, le notizie di giovedì 21 aprile 2022

Guerra Russia Ucraina. Le notizie di giovedì 21 aprile 2022. Gli aggiornamenti sul conflitto.

Cinquantasettesimo giorno di guerra, in corso la seconda fase dell’operazione speciale russa in Ucraina con l’offensiva di Mosca focalizzata nella parte orientale del Paese. Occhi puntati su Mariupol, secondo gli analisti ai difensori della città restano “poche ore”, la caduta appare imminente. Intanto Putin stoppa l’assalto alla acciaieria Azovstal, ma la città rimane sotto assedio.

DIRETTA guerra Russia Ucraina oggi, ultime notizie di giovedì 21 aprile

“L’esercito russo avrà entro oggi pomeriggio il controllo completo dell’acciaieria Azovstal a Mariupol, insiste il leader ceceno Ramzan Kadyrov. Intanto in una bozza per i nuovi colloqui, Mosca torna a chiedere a Kiev “l’appartenenza della Crimea alla Russia e l’indipendenza delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk”. L’Ucraina ha risposto offrendo una “sessione speciale di negoziati” a Mariupol.

23.15 – Il Consiglio permanente dell’Organizzazione degli Stati americani (Osa) ha approvato oggi a Washington la sospensione dello statuto di osservatore permanente della Russia attraverso una risoluzione in cui si manifesta “allarme”, “shock” e “preoccupazione” per il crescente numero di morti e sfollati, per “le informazioni di terribili atrocità commesse dalle forze armate russe” e per “la violazione da parte della Russia del diritto internazionale“. La risoluzione sostiene che il provvedimento resterà in vigore fino a quando “il governo russo non cesserà le sue ostilità, non ritirerà tutte le sue forze ed i mezzi militari dall’Ucraina” e “non riprenda il cammino del dialogo e della diplomazia“. Secondo i media locali, le otto nazioni astenute sono Argentina, Bolivia, Brasil, El Salvador, Honduras, Messico, San Cristobal e Nieves e San Vicente e Granadine, mentre il Nicaragua era assente al momento della votazione.

22.35 – L’edificio amministrativo dell’acciaieria Azovstal a Mariupol e nel territorio adiacente è sotto il controllo delle forze russe. Lo ha affermato giovedì il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov sul suo canale Telegram.Mariupol è nostra!… La città è stata presa definitivamente e completamente. L’edificio amministrativo strategicamente importante dello stabilimento Azovstal è sotto controllo e tutto il territorio adiacente è stato sgomberato“, ha detto Kadyrov, aggiungendo che quel poco che resta dei nazionalisti ucraini “è stato bloccato sotto uno spesso strato di cemento e acciaio all’interno dell’impianto“.

22.30 – “Fino a 9.000 residenti di Mariupol potrebbero essere sepolti in una fossa comune a Manhush, una cittadina a 20 chilometri a ovest della città portuale ucraina assediata dalle forze di occupazione russe“. Lo sostiene l’amministrazione locale di Mariupol secondo la quale le immagini satellitari della fossa comune pubblicate da Maxar, suggeriscono che lì potrebbero essere sepolte dalle 3.000 alle 9.000 persone. Lo riporta il Kyiv Independent. In totale, secondo le stime preliminari, fino a 22.000 residenti di Mariupol potrebbero essere già stati uccisi dall’inizio dell’offensiva russa.

22.15 – “I nuovi droni inviati all’Ucraina, Phoenix Ghost, sono stati sviluppati prima che iniziasse l’invasione e sono progettati per attaccare obiettivo“. Lo ha detto il portavoce del Pentagono in un briefing con la stampa sottolineando che “l’obiettivo principale di questi droni è l’attacco“. Questi sistemi, ha detto ancora John Kirby,sono particolarmente adatti al tipo di battaglia che gli ucraini dovranno combattere nell’est“.

22.10 – Le nuove forniture militari annunciate dal presidente americano Joe Bidenpossono armare cinque battaglioni ucraini nel Donbass“. Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un briefing con la stampa sottolineando che “le armi vengono inviate all’Ucraina e poi sono le forze di Kiev a decidere come utilizzarle“.

22.05 – La ricostruzione dell’Ucraina costerà almeno 600 miliardi di dollari. Lo afferma il premier ucraino Denys Shmyhal nel corso di un incontro a margine dei lavori del Fondo Monetario Internazionale.

22.02 – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky chiede al Fondo Monetario Internazionale e alla Banca Mondiale di rimuovere immediatamente la Russia, uno degli stati membri delle due istituzioni.

21.56 – La Banca Mondiale stima in 60 miliardi di dollari i danni agli edifici e alle infrastrutture ucraine a causa della guerra. Lo afferma il presidente della Banca Mondiale, David Malpass, sottolineando che il conto è destinato a salire.

21.39 – Il Dipartimento dell’Energia americano ha annunciato di aver assegnato tutti i contratti per i primi trenta milioni di barili di petrolio, del milione che il presidente Joe Biden ha deciso di sbloccare nei prossimi sei mesi dalle riserve strategiche Usa per fare fronte all’aumento dei prezzi della benzina “causato dalla guerra di Putin“. Lo riferisce la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, in una nota sottolineando che le vendite continueranno. “Si tratta di un passo importante per fare fronte alle carenze di risorse che gli americani stanno affrontando“, si legge ancora nella nota.

21.15 – Un raid missilistico russo ha colpito e “completamente distrutto” la rete ferroviaria nella regione di Dnipro. Lo ha riferito il governatore Valentyn Reznichenko, citato dal Kiev Independent, secondo cui non è chiaro se e quando potrà riprendere la circolazione.

21.10 – “Noi capiamo che le forze ucraine continuano a tenere la loro posizione a Mariupol e c’è ogni ragione di credere che lo show del presidente Putin e del suo ministro della difesa per i media che abbiamo visto nelle ultime ore sia ancora disinformazione del loro trito e ritrito copione“: lo ha detto il portavoce del dipartimento di stato Usa Ned Price.

21.00L’Ucraina ha bisogno di 7 miliardi di dollari al mese per affrontare le “devastanti perdite economiche” inflitte dalla Russia. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un collegamento video ai leader del Fmi e della Banca mondialeL’esercito russo mira a distruggere tutto ciò che può servire da base economica per la vita degli ucraini. Ciò include stazioni ferroviarie, supermercati, petrolio, raffinerie“, ha aggiunto.

20.32L’Italia ha annunciato altri 200 milioni di euro di aiuti all’Ucraina. Lo afferma il ministro dell’economia Daniele Franco.

20.10 – Alla lotta per la libertà “non ci sarà risposta nemmeno nei media, perché tutto questo va oltre le parole“. Lo ha sottolineato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un video di saluto all’evento collaterale della Biennale di VeneziaThis is Ukraine: Defending Freedom“. “Non si possono esprimere con parole – ha continuato Zelenskyi sentimenti di una ragazza che scrive una lettera a sua madre morta a Mariupol nei bombardamenti russi di una settimana prima. I sentimenti dei soldati ucraini, arrivati a Bucha dopo aver cacciato gli occupanti russi, che hanno visto centinaia di corpi di gente uccisa giacere a terra. Questi sentimenti non possono essere mostrati dalle notizie in tv. I sentimenti dei medici nelle strade di Kharkiv, che stavano soccorrendo le persone colpite dai bombardamenti russi e venivano colpiti a loro volta delle bombe. Nessuna piattaforma nel mondo può esprimere questi sentimenti. I sentimenti di chi ha perso la casa, come milioni di donne e uomini ucraini, milioni di profughi – ha concluso – non possono essere rappresentati in un report economico“.

20.00 – “Gli Stati Uniti continueranno ad aiutare l’Ucraina, in coordinamento con i nostri alleati. Il presidente Biden ha detto chiaramente che ce lo possiamo permettere“. Lo ha detto la vice portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, in un punto con i giornalisti a bordo dell’Air Force One, rispondendo ad una domanda su quanto può durare il sostanzioso sostegno che Washington sta fornendo a Kiev.Gli Stati Uniti e gli alleati si stanno muovendo il più velocemente possibile affinchè gli ucraini abbiano le armi e gli equipaggiamenti necessari a difendere il loro Paese“, ha sottolineato Biden.

19.50 – La situazione nell’acciaieria Azovstal a Mariupol è “vicina a una catastrofe“. Lo ha detto alla Cnn Yuriy Ryzhenkov, il ceo della compagnia che possiede l’impianto. “Quando è iniziata la guerra avevamo immagazzinato una buona scorta di cibo e acqua nei rifugi antiaerei e nelle strutture dell’impianto. Purtroppo tutto tende a esaurirsi, soprattutto il cibo e le necessità quotidiane. Penso che ora si sia vicino a una catastrofe“. E’ stata istituita una linea diretta per i dipendenti dell’acciaieria, ha aggiunto, e finora 4.500 sono stati in contatto, mentre circa 6.000 devono essere ancora rintracciati.

19.43 –Nel nome del mio Paese sono pronto ad andare da qualsiasi parte su questo pianeta. Ma certamente non ora e non a Mosca. Questo e’ semplicemente fuori questione“. Lo ha detto il presidente russo Volodymyr Zelensky in un’intervista con Mediazona, testata indipendente russa citata dal Guardian.

19.10 – Il Cremlino ha dichiarato che la città di Mariupol è caduta in mano russa. Putin ferma l’attacco alle acciaierie Azovstal, per salvaguardare la vita delle truppe, ed ha ripetuto la promessa di risparmiare la vita agli assediati che si arrenderanno. Nell’ultima linea di resistenza ci sarebbero ancora circa duemila militari ucraini asserragliati. Sono intanto più di 142mila i civili evacuati.

18.44 –  All’Ucraina “servono soldi, tecnologia e aiuti”. Lo ha detto il premier ucraino, Denys Shmyhal, nel suo incontro con la speaker della Camera americana Nancy Pelosi, secondo quanto riportato dalla Cnn. Il primo ministro ha ringraziato gli Stati Uniti e il presidente Joe Biden per il loro sostegno ed ha elencato una serie di necessità urgenti del governo di Kiev da un punto di vista finanziario. Soprattutto per quanto riguarda la gestione degli sfollati interni, dei profughi e delle attività di sminamento. Inoltre nelle aree dove si combatte ormai da quasi due mesi, “non c’è più cibo, acqua ed elettricità

18.10 – Alcune immagini satellitari, mostrano una fossa comune lunga 985 piedi nel villaggio vicino a Mariupol. Una trincea che sembra essere un luogo di sepoltura di massa è stata scavata tra il 23 e il 29 marzo, secondo le immagini satellitari trovate da RFE/RL. La notizia è stata riportata da The Kyiv Independent.

17.50 – Circa dieci persone potrebbero essere rimaste intrappolate a causa di un incendio scoppiato nell’edificio che ospita l’Istituto di ricerca per la difesa aerospaziale del Ministero della Difesa della Federazione Russa, a Tver Lo ha riferito una fonte informata all’agenzia Interfax.

17.05 – La Russia ha imposto sanzioni contro 29 funzionari, imprenditori e giornalisti Usa, tra cui la vicepresidente Kamala Harris e l’ad di Meta, Mark Zuckerberg. Altre sanzioni sono state decise contro 61 cittadini canadesi. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri di Mosca, citato dalla Tass.

16.50 – Non ci sono evidenze circa la caduta di Mariupol in mani russe. Lo ha detto Joe Biden in un discorso alla Casa Bianca. “Non ci sono prove”, ha dichiarato il Presidente Usa. “Gli Stati Uniti non rinunceranno mai a combattere contro i tiranni. Impediremo a Putin di invadere l’Ucraina e continuare a isolarla”, ha aggiunto.

16.30 – Considero inopportuno il proposto assalto alla zona industriale. Ordino che venga annullato“, ha detto Putin in un incontro con il ministro della Difesa Sergei Shoigu, riportato dalla Tass. Questo e’ il caso in cui dobbiamo pensare a preservare la vita dei nostri soldati e ufficiali. Non c’e’ bisogno di arrampicarsi in questa catacomba e strisciare sottoterra lungo queste strutture industriali“, ha aggiunto Putin.Chiudi questa zona industriale in modo che non ci voli una mosca“. E Shoigu gli ha risposto in maniera affermativa.

16.25 – L’Amministrazione statunitense ha stanziato ulteriori 800 milioni di dollari per aiutare l’Ucraina a implementare le sue capacità difensive di fronte all’aggressione delle Forze Armate di Mosca. Lo ha annunciato il Presidente Usa Joe Biden, citato da Ukrinform.

16.18Mosca non riuscirà a portare a termine l’operazione speciale militare in Ucraina. Lo ha detto Joe Biden alla Casa Bianca. Putin non vincerà mai in Ucraina, non riuscirà mai ad occuparla del tutto, ha dichiarato il Presidente degli Stati Uniti.

Guerra Russia Ucraina, Gentiloni: “Per ricostruirla servirà un nuovo Piano Marshall”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Gentiloni: “Per ricostruirla servirà un nuovo Piano Marshall”

16.07 –  Quando terminerà il conflitto in Ucrainaservirà un nuovo piano Marshall per ricostruire un Paese migliore, più forte, più verde e sicuro, e per aiutarlo nel suo percorso verso l’Unione Europea. Lo ha detto il Commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, durante un discorso pronunciato al Peterson Institute for International Economics di Washington. Quella che dovrà essere affrontata sarà “una sfida immensa – spiega Gentiloni – che insieme dobbiamo trasformare in un’opportunità per l’Ucraina, per l’Europa e per la nostra comunità transatlantica di democrazie”, conclude.

15.59 –  Il Parlamento di Kiev ha approvato la proposta del Presidente Zelensky di estendere la legge marziale su tutto il territorio nazionale fino al 25 maggio. A favore del decreto presentato due giorni hanno votato 300 deputati su 450. Lo riporta Ukrinform.

15.50 – Dall’inizio del conflitto le truppe russe hanno colpito 162 volte bersagli sensibili come ospedali, ambulanze e personale sanitario. Stando ai dati divulgati dall’Organizzazione mondiale della sanità il bilancio è di 73 morti e 52 feriti. “Ospedali, ambulanze, medici e personale sanitario non dovrebbero mai essere un bersaglio”, ribadisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità su Twitter.

Guerra Russia Ucraina, Biden annuncerà 800 milioni di aiuti militari per Kiev

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Biden annuncerà 800 milioni di aiuti militari per Kiev

15.33 – L’Organizzazione Mondiale della Sanità sta fornendo generatori agli ospedali in tutta l’Ucraina, con alimentazione limitata o assente, per garantire la continuità dell’assistenza ai pazienti. Oggi, con il supporto del CERF sono stati inviati 7 generatori nelle città di Bucha, Irpin, Borodyanka, Ivankiv, Makariv e Vorzel nella Regione di Kiev.

15.22“La Russia sta resistendo con successo alle sanzioni imposte dai Paesi occidentali. Lo ha dichiarato il vice Primo Ministro russo Dmitry Chernyshenko, citato dalla TASS. “Per garantire la sovranità tecnologica della Federazione Russa serviranno tecnologie, know-how e soluzioni scientifiche rivoluzionarie, ha aggiunto.

15.15 – Prima di volare in Oregon il Presidente degli Stati Unitistatunitense Joe Biden annuncerà oggi un nuovo pacchetto di aiuti militari da 800 milioni di dollari destinati all’Ucraina. Lo rende noto un alto dirigente dell’Amministrazione americana.

Guerra Russia Ucraina, Peskov: “Militari di Kiev si arrendano e lascino Mariupol”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Peskov: “Militari di Kiev si arrendano e lascino Mariupol”

15.05Diciannove prigionieri di guerra ucraini rilasciati in un nuovo scambio. Lo ha annunciato il vice Primo Ministro ucraino Iryna Vereshchuk precisando che 2 ufficiali, 8 soldati e 9 civili sono stati rilasciati dai militari russi. Non ha rivelato il numero di prigionieri di guerra di Mosca a cui l’Ucraina ha rinunciato in cambio. È il sesto scambio di prigionieri dal 24 febbraio. Lo riporta il Kyiv Independent.

14.55 – Nel sud dell’Ucraina, le truppe di Kiev hanno portato sette attacchi, andati a segno, contro postazioni russe. Al momento non sono noti i danni provocati dagli attacchi. Lo riferisce Ukrinform.

13.27Zaporizhzhia nuovamente sotto attacco russo, al momento non si registrano vittime. L’Amministrazione regionale ha riferito che le Forze Armate di Mosca continuano a colpire le infrastrutture cittadine. La parte meridionale della Regione di Zaporizhzhia è già sotto controllo dei militari russi. Lo riporta il Kyiv Independent.

13.14 – I soldati ucraini possono arrendersi e lasciare Mariupol attraverso i corridoi umanitari predisposti. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in conferenza stampa. “I militari ucraini hanno avuto e hanno ancora la possibilità di deporre le armi e lasciare la città attraverso i corridoi designati – spiega Peskov – questa possibilità esisteva anche prima che il Presidente Zelensky facesse la sua dichiarazione”, conclude riferendosi alla proposta di scambio tra i soldati russi catturati e la previsione di un corridoio umanitario per i militari di Kiev.

Guerra Russia Ucraina, Lagarde: “Conflitto rappresenta spartiacque per l’Europa”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Lagarde: “Conflitto rappresenta spartiacque per l’Europa”

13.07L’invasione russa dell’Ucraina rappresenta uno spartiacque per l’Europa. Lo ha scritto la Presidente della Banca Centrale europea Christine Lagarde in una nota al 45esimo meeting del Fondo Monetario Internazionale. “Viola i principi fondamentali della pace, della sicurezza internazionale e mina l’ordine economico mondiale – spiega Lagarde – il conflitto avrà un impatto materiale sull’attività economica e sull’inflazione, non solo in Europa ma anche a livello globale, conclude.

12.52 – L’Estonia diventa il primo Paese a qualificare ufficialmente le azioni della Russia in Ucraina come genocidio. Il Parlamento estone ha approvato una risoluzione che definisce l’aggressione della Russia e i relativi crimini di guerra contro l’Ucraina come atti definibili “genocidio” e ha esortato altri Paesi a fare lo stesso. Lo riporta il Kyiv Independent.

12.42 – Il Primo Ministro spagnolo Pedro Sanchez “per le strade di Borodyanka”. “Ho visto l’orrore e le atrocità della guerra di Putin, ha scritto lo stesso Sanchez su Twitter. “Non lasceremo da solo il popolo ucraino”, ha aggiunto.

Guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Dai partner occidentali ancora nessun aereo militare”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Zelensky: “Dai partner occidentali ancora nessun aereo militare”

12.35“La dichiarazione dell’Ucraina su un possibile attacco al ponte che collega la Crimea alla terraferma russa costituisce un annuncio di attacco terroristico, è inaccettabile”. Queste le parole del portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, citato da Interfax.

12.27 – I partner occidentali non hanno trasferito alcun aereo militare in Ucraina. Lo ha confermato questa mattina il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato dalla TASS, in un’intervista al canale televisivo francese FBM. “Non abbiamo ancora ricevuto consegne di alcun aereo”, ha dichiarato Zelensky. “Per ora abbiamo solamente i nostri”, ha aggiunto.

12.16 – Il principale azionista di Lukoil Vagit Alekperov si è dimesso dal Consiglio di Amministrazione e dalla carica di capo della società. Ricopriva l’incarico dal 1993. Lo riferisce NEXTA.

Guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Colloquio diretto tra Putin e Zelensky può mettere fine al conflitto”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Colloquio diretto tra Putin e Zelensky può mettere fine al conflitto”

11.54 – Il conflitto in Ucraina “può finire con colloqui diretti” tra il Presidente ucraino Zelensky e il Presidente russo Putin. E’ quanto dichiarato da Consigliere della presidenza ucraina Mykhailo Podolyak. “Questo è ciò su cui stanno lavorando oggi il team di avvocati e di consulenti, e il gruppo negoziale della parte ucraina”, ha aggiunto Podolyak. “Di conseguenza, speriamo che le posizioni di Zelensky siano estremamente forti in questi colloqui”, ha concluso.

11.43Negli obitori della regione di Kiev si trovano i corpi di oltre mille civili. Lo ha riferito all’Afp un responsabile ucraino. “1.020 corpi di civili, unicamente civili, sono (negli obitori) della regione di Kiev”, ha spiegato il vice Primo Ministro Olga Stefanichyna parlando dalla città di Borodianka, a nord ovest di Kiev.

11.33Sono 98.406 le persone arrivate finora in Italia dall’Ucraina. Si tratta di 50.875 donne, 11.952 uomini e 35.579 minori. Rispetto a ieri l’incremento è 494 di ingressi nel territorio nazionale, le destinazioni principali sono Milano, Roma, Napoli e Bologna. Lo riferisce il Viminale su Twitter.

Guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Riporteremo a casa ogni ucraino deportato da Mosca, sarà un’altra guerra”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Podolyak: “Riporteremo a casa ogni ucraino deportato da Mosca, sarà un’altra guerra”

11.22“Monitoriamo il destino di ogni ucraino che è stato deportato con la forza in Russia. Faremo tutto il possibile per riportare indietro la nostra gente, ma capiamo che non sarà facile”. Così su Twitter il Consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak. “Il ritorno degli ucraini a casa sarà un’altra guerra con la Russia: la guerra per i nostri cittadini”, ha aggiunto.

11.11Scoperta fossa comune a Mariupol. “I nostri cittadini hanno riferito che oggi a Mangush, vicino Mariupol, i soldati russi hanno scavato una fossa comune di 30 metri e portato dei corpi con i camion. Lo rende noto il Sindaco della città portuale Vadim Boychenko, citato dall’agenzia Unian.

10.51La Russia “non corre alcun rischio di default” poiché “ha tutte le risorse finanziarie” per rispettare gli impegni presi. Lo ha detto la Governatrice della Banca centrale russa Elvira Nabiullina, citata da NEXTA.

10.44 – La vice Premier ucraina Iryna Vereshchuk ha chiesto alla Russia di aprire un corridoio umanitario per l’evacuazione dei civili e dei soldati feriti dall’acciaieria Azovstal a Mariupol. Secondo Vereshchuk sarebbero 1000 i civili e 500 i soldati feriti all’interno della acciaieria. “Deve essergli consentito di uscire da Azovstal oggi – dice ancora la vice Premier – chiedo ai leader mondiali e alla Comunità internazionale di concentrare i loro sforzi su Azovstal. Ora è questo il punto e il momento chiave dello sforzo umanitario”, conclude.

Guerra Russia Ucraina, Shoigu: “A Mariupol eliminati oltre 4mila soldati ucraini”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Shoigu: “A Mariupol eliminati oltre 4mila soldati ucraini”

10.30Oltre 4mila degli degli 8mila soldati ucraini presenti a Mariupol sono stati eliminati durante la liberazione della città, mentre 1.478 si sono arresi. Lo ha reso noto il Ministro della Difesa russo Sergej Shoigu, citato dalla TASS, durante un colloquio con il Presidente russo Vladimir Putin.

10.26 – Le truppe russe e quelle della Repubblica popolare di Lugansk hanno preso il pieno controllo del villaggio di Kremennaya. Lo ha annunciato il rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa della Federazione Russa, il maggiore generale Igor Konashenkov, citato dalla TASS.

10.15 – Per due giorni di seguito nessun civile ha usato i corridoi umanitari aperti dalla Russia per evacuare l’acciaieria Azovstal di Mariupol. Lo ha detto il Ministro della Difesa russo Sergej Shoigu al Presidente Vladimir Putin, citato da Interfax.

10.08 – Il Primo Ministro spagnolo Pedro Sanchez è arrivato a Kiev, dove incontrerà il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Lo ha annunciato lo stesso Sanchez su Twitter, spiegando che “l’Ucraina ha il sostegno e la solidarietà della Spagna”.

Guerra Russia Ucraina, Putin ha ordinato l’annullamento dell’assedio alla acciaieria Azovstal

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Putin ha ordinato l’annullamento dell’assedio alla acciaieria Azovstal

09.50“Trattare con Vladimir Putin è come provare a parlare con un coccodrillo che ha la tua gamba nelle sue fauci. Lo ha detto il Premier britannico Boris Johnson ai giornalisti sul volo che lo sta portando in India.

09.30 – Il Presidente russo Vladimir Putin ha ritenuto “inopportuno” proseguire l’assalto alla acciaieria Azovstal di Mariupol, ordinando l’annullamento dell’operazione. Putin ha chiesto di isolare l’area in modo che “non voli una mosca”. L’annullamento dell’assalto è stato motivato dal Presidente russo con la volontà di salvare la vita ai militari russi, assicurando che verrà salvata la vita ai soldati ucraini che si arrenderanno.

Guerra Russia Ucraina, Mosca: “2mila soldati assediati nell’acciaieria Azovstal”

Diretta guerra Russia Ucraina
Diretta guerra Russia Ucraina, Mosca: “2mila soldati assediati nell’acciaieria Azovstal”

09.23 – Circa 2 mila soldati ucraini sono assediati dalle truppe russe nell’acciaieria Azovstal di Mariupol e restano asserragliati nei sotterranei del centro siderurgico. Lo ha detto il Ministro della Difesa russo Sergej Shoigu, citato da Interfax.

09.17 – Quattro autobus che trasportavano civili hanno lasciato Mariupol. Hanno passato la notte a Berdyansk e ora si stanno dirigendo verso Zaporizhzhia. Lo ha detto il vice Primo Ministro ucraino Iryna Vereshchuk, citata dal Kyiv Independent. Vereshchuk ha aggiunto che l’evacuazione dei civili dovrebbe continuare oggi.

09.11 – I colloqui tra Russia e Ucraina continuano in formato video quasi ogni giorno. Lo rende noto il Ministero degli Esteri di Mosca, citato da Interfax.

Guerra Russia Ucraina, cronaca del cinquantasettesimo giorno di guerra

Il conflitto tra Russia e Ucraina è giunto al cinquantasettesimo giorno, prosegue la seconda fase dell’operazione speciale russa in Ucraina con gli attacchi delle Forze Armate di Mosca che si concentrano nella parte orientale del Paese. Occhi ancora puntati su Mariupol, secondo gli analisti ai difensori della cittadina portuale ucraina restano “poche ore”, la caduta sembra oramai inevitabile. Per i combattenti del Battaglione Azov respingere l’assalto è diventata oramai impresa impossibile.

Diretta guerra Russia Ucraina oggi
Diretta guerra Russia Ucraina oggi, cronaca del cinquantasettesimo giorno di guerra

“L’esercito russo avrà entro oggi pomeriggio il controllo completo dell’acciaieria Azovstal a Mariupol, ha annunciato il leader ceceno Ramzan Kadyrov. Intanto in una bozza per i nuovi colloqui, Mosca torna a chiedere a Kiev “l’appartenenza della Crimea alla Russia e l’indipendenza delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk”. L’Ucraina ha risposto offrendo una “sessione speciale di negoziati” a Mariupol.