Pino Daniele, un silenzio che fa ancora rumore: il ricordo dei fan

Pino Daniele, sette anni dopo. Il pubblico ricorda il cantautore scomparso nel 2014: la sua musica ha lasciato un segno indelebile.

Pino Daniele ricordo
Pino Daniele, nel 2014 la morte (Getty Images)

Che quel Capodanno sarebbe stato l’ultimo non se lo immaginava nessuno, che il tempo passasse così in fretta neppure: Pino Daniele non c’è più da sette anni. Tanti, troppi, senza un riferimento della musica italiana. Non è la tecnica, con quella voce solo sua, in grado di sbaragliare la concorrenza perchè fondamentalmente certe armonie ce le hai dentro, non è neanche l’abilità perchè con la chitarra – chi più, chi meno – sanno essere tutti bravi.

È la capacità di cantare il sentimento di generazioni: Daniele ha dato una voce a chi non sempre l’aveva. O meglio ancora a chi l’aveva, ma non sapeva usare bene le parole: “Se tu fossi qui, adesso io saprei cosa fare”. L’ha insegnato lui, a riflettere attraverso le note. Non era solo, per fortuna, ma sapeva – e sa – essere l’unico in grado ad avere la parola giusta per ogni occasione.

Leggi anche – Scuola, quali sono i governatori che spingono per ritardare la ripresa

Pino Daniele, sette anni dopo: la potenza malinconica del ricordo

Pino Daniele
Il cantautore manca da 7 anni (Getty Images)

I suoi testi, quei brani scolpiti nella memoria, non sono solo attuali: sono ancora credibili. Descrivono le gioie, i dolori, le ferite aperte e le esitazioni di un mondo che cambia. E, nel 2021, con il cambiamento dobbiamo fare i conti nostro malgrado. Forse è in momenti così che avremmo bisogno di una sua canzone, quando a cambiare siamo costretti.

Non abbiamo scelto noi, così come non scegliamo la fine. Possiamo solo decidere in che modo passeranno i titoli di coda attraverso la garanzia di chi siamo stati. “Noi andremo via e il tempo resterà”. Aveva ragione anche stavolta, solo che molti avrebbero preferito capirlo un po’ più in là.