Tenta di rapire bambina dal passeggino. Professore sottratto al linciaggio dalla Polizia

Un professore di 57 anni ha cercato di rapire una bambina di 9 mesi sotto gli occhi dei genitori. Il fatto è accaduto in un bar di Torino. Immediata la reazione dei presenti alla quale l’uomo si è sottratto solo grazie all’intervento della polizia.

Professore tenta di rapire bimba di nove mesi

Episodio shock a Torino: un professore di 57 ha tentato di rapire una bambina di 9 mesi. Il fatto è accaduto in corso XI Febbraio angolo corso Regina Margherita. L’uomo, in passato coinvolto anche in un tentato omicidio, è stato arrestato dai Vigili per tentato sequestro di persona. Interrogato dagli agenti sull’accaduto non sarebbe stato in grado di fornire spiegazioni.

Successivamente è emerso che il professore, in cura al Reparto Psichiatrico dell’ospedale Molinette, aveva smesso di seguire le terapie farmacologiche prescritte e da qualche giorno non si presentava sul posto di lavoro.

LEGGI ANCHE >> Pessano con Bornago, rissa mortale fuori Milano: una vittima e un 16enne ferito

Professore tenta di rapire bambina, cosa è accaduto

L’uomo avrebbe tentato di dileguarsi con il passeggino

L’uomo è entrato in un bar in corso XI Febbraio angolo corso Regina Margherita, a Torino. E si sarebbe avvicinato al passeggino dove la piccola stava dormendo sotto lo sguardo dei genitori. Avrebbe agito indisturbato per qualche minuto, fino all’intervento del padre indispettito dalle troppe attenzione rivolte nei confronti della figlia.

In quel frangente il professore, affetto da turbe psichiche, avrebbe afferrato il passeggino dirigendosi verso l’uscita. Tempestiva la reazione del titolare del bar e di alcuni clienti che sarebbero riusciti a bloccarlo e a mettere la piccola al sicuro. A quel punto l’uomo è stato accerchiato dai presenti. La baruffa è stata notata da una pattuglia della Polizia Municipale che si è fermata per capire cosa stesse succedendo. Gli agenti hanno intercettato il professore in Corso Regina, prima che riuscisse a scappare, fingendosi un passante dopo che il barista e il padre della bimba avevano tentato di immobilizzarlo.